Castegnato: la morte nel garage causata da gelo e monossido

Dall'autopsia di lunedì, sembra che il decesso sia stato causato dal gelo e dal monossido emesso dal motore acceso per poter scaldare l'abitacolo. L'uomo viveva nel garage, suo magazzino, da un paio di giorni

Secondo quanto stabilito d'autopsia, a causare la morte di Corrado Bortolotti potrebbe essere stata la combinazione di freddo e monossido di carbonio prodotto dal motore dell'auto accesa all'interno del garage per combattere il gelo.

Castegnato: il giorno del ritrovamento del corpo privo di vita

Intanto, la terribile vicenda del giovane artigiano 40enne inizia ad assumere contorni più definiti. Secondo l'uomo che gli subappaltava del lavoro da circa una anno, Corrado Bortolotti non viveva nel garage, ma lì ci dormiva solo da un paio di giorni. Abitualmente alloggiava in una camera d'albergo, prima a Brescia e poi a Castegnato. Inoltre non era separato dalla moglie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane papà stroncato dal Coronavirus: Alessandro aveva solo 48 anni

  • Coronavirus: giovane direttrice di banca trovata morta in casa dal fratello

  • Economia bresciana in lutto: nello stesso giorno muoiono due imprenditori

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

  • Coronavirus, nel Bresciano 274 contagi e 69 decessi nelle ultime 24 ore

  • "Hai combattuto da eroe": addio a Marco, morto a soli 43 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento