Investito da una pioggia di massi, bresciano muore sul Gavia

Escursionista esperto, stava camminando lungo un sentiero quando è stato investito con i compagni da alcuni massi staccatisi dal versante della montagna.

Una vittima, un ferito grave, con entrambe le braccia spezzate, e una escursionista solo sfiorata dalle pietre. Questo il tragico bilancio di un incidente verificatosi nel primo pomeriggio di ieri, sabato 26 agosto, su uno dei versanti del Gavia, in Valfurva. 

La vittima è Marcello Rosa, 51enne di Castegnato, impiegato alla Apr lavorazioni meccaniche, appassionato (ed esperto) di montagna, di mountain bike, di corsa. Giunto sul posto in auto, partendo dalla Valle Camonica assieme all’amico Yuri Franchi, suo compaesano, ed a un’amica bergamasca compagna di escursioni, Marcello ha percorso la salita verso il Gavia in sella a una mountain bike, per poi proseguire a piedi. I tre stavano percorrendo un sentiero quando, del tutto inaspettatamente, sono stati investiti da una pioggia di massi staccatisi dal versante della montagna sopra di loro. 

Franchi è caduto a valle per una decina di metri, ed ha riportato le gravi ferite alle braccia (in giornata è stato operato presso l’ospedale di Sondalo, non è in pericolo di vita ma le fratture sono molto serie), la ragazza bergamasca è stata solo sfiorata dalle pietre: ad avere la peggio è stato Marcello Rosa, precipitato fino alla fine del pendio. In particolare sarebbe stato un grosso masso a colpirlo, forse in maniera fatale. 

Una volta giunti sul posto, gli uomini del soccorso non hanno potuto che constatare il decesso del 51enne, la cui salma è stata trasportata a valle con l’elicottero. La notizia della morte di Marcello Rosa è presto giunta nel suo paese, a Castegnato, dove la sua famiglia è molto conosciuta . L’uomo lascia la moglie, Miriam Salvadori, e due figli, Linda e Luca, entrambi studenti universitari.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento