Passante ferito da un cubetto di porfido scagliato dalle gomme di un'auto

Brutta avventura per una insegnante di scuola elementare, ferita accidentalmente mentre camminava in strada

Un grosso spavento, la frattura delle ossa del tarso, un dolore lancinante, e 30 giorni di prognosi: questo l'esito di una sfortunatissima camminata su una strada in porfido. Protagonista involontaria, una insegnante 42enne di origine salernitana che lavora presso la scuola primaria di Carpenedolo. La vicenda è raccontata sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi in edicola stamane. 

A causare il ferimento è stato il semplice passaggio di un'automobile lungo una strada in porfido. L'insegnante stava camminando lungo via XX Settembre quando è stata colpita al piede da un cubetto di pietra "sparato" da una gomma dell'auto, senza che il conducente si accorgesse di nulla. Soccorsa da alcuni passanti, la donna è stata prelevata dall'ambulanza e portata in ospedale. Ne avrà per 30 giorni.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Ex birreria distrutta dalle fiamme: l'ipotesi di un incendio doloso

Torna su
BresciaToday è in caricamento