Passante ferito da un cubetto di porfido scagliato dalle gomme di un'auto

Brutta avventura per una insegnante di scuola elementare, ferita accidentalmente mentre camminava in strada

Un grosso spavento, la frattura delle ossa del tarso, un dolore lancinante, e 30 giorni di prognosi: questo l'esito di una sfortunatissima camminata su una strada in porfido. Protagonista involontaria, una insegnante 42enne di origine salernitana che lavora presso la scuola primaria di Carpenedolo. La vicenda è raccontata sulle colonne del quotidiano Bresciaoggi in edicola stamane. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A causare il ferimento è stato il semplice passaggio di un'automobile lungo una strada in porfido. L'insegnante stava camminando lungo via XX Settembre quando è stata colpita al piede da un cubetto di pietra "sparato" da una gomma dell'auto, senza che il conducente si accorgesse di nulla. Soccorsa da alcuni passanti, la donna è stata prelevata dall'ambulanza e portata in ospedale. Ne avrà per 30 giorni.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: "Una Regione ad alto rischio il 3 giugno non può riaprire"

  • Coronavirus, riapre il centro commerciale Elnòs: coda mostruosa per entrare

  • Coronavirus: riaprono i bar, ragazzo subito collassa per il troppo alcol

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Dramma in paese, ragazzo muore a 29 anni: "Il Signore dia conforto ai tuoi genitori"

Torna su
BresciaToday è in caricamento