Muore intossicata dalle esalazioni della stufa, giovane donna trovata dopo giorni

È successo a Capriolo: la vittima è una 44enne

Foto d'archivio

Soffocata e uccisa dal fumo uscito dalla stufa. Il corpo senza vita di una 44enne, di origini  ghanesi ma da tempo residente a Capriolo, è stato trovato dai Vigili del Fuoco e dai carabinieri. La donna, che faceva l'operaia in un'azienda del paese, non dava più sue notizie da domenica: non rispondeva al telefono e nemmeno al campanello, così i famigliari, martedì mattina, hanno dato l'allarme. 

Una volta entrati nell'appartamento, situato in via Balladore, la macabra scoperta. Per la 44enne non c'era ormai più nulla da fare: il decesso sarebbe avvenuto giorni prima, nella notte tra domenica e lunedì. Probabilmente la tragedia è stata provocata dal cattivo funzionamento della stufa, dalla quale sarebbe state sprigionate esalazioni di monossodio di carbonio. La padrona di casa, che probabilmente stava dormendo, non se sarebbe accorta e non avrebbe quindi potuto chiedere aiuto a nessuno.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Maltempo, non è finita. L'allerta della Protezione Civile: "In arrivo vento e forti temporali"

  • Orrore in reparto: ragazza di 19 anni si dà fuoco e muore avvolta dalle fiamme

Torna su
BresciaToday è in caricamento