Viene dimessa dall'ospedale, partorisce mezz'ora dopo sul divano di casa

La strana disavventura (per fortuna senza conseguenze) di mamma Ilaria e del piccolo Andrea: nato sul divano di casa mezz'ora dopo che la madre era stata dimessa dall'ospedale

Foto di repertorio

Viene dimessa dall'ospedale, il bimbo che porta in grembo nasce meno di mezz'ora dopo. E' successo tra Asola e Calvisano: la protagonista è la giovane mamma Ilaria, che ha messo al mondo il piccolo Andrea tra le mura di casa. Quando fino a mezz'ora prima era in ospedale, appunto ad Asola, in attesa di partorire. Lo scrive il Giornale di Brescia.

Tutto è bene quel che finisce bene. Il piccolo Andrea è già stato sottoposto ai primi accertamenti, all'ospedale di Manerbio: mamma e bimbo sono fuori pericolo, in realtà non lo sono mai stati. Dal destino non si scappa: Andrea doveva nascere, in qualche modo Andrea è nato.

Lo hanno abbracciato papà Simone, e con lui i fratellini Dania e Francesco. Mamma Ilaria era stata ricoverata in ospedale mercoledì scorso: non si sentiva bene, aveva contrazioni regolari. In ospedale ci è rimasta un paio di giorni, almeno fino a venerdì.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Inferno di lamiere all'alba, una buonissima notizia: la ragazza sta meglio

  • Cronaca

    Scomparsa da una settimana, la telefonata è arrivata: "Mamma sto bene"

  • Cronaca

    Maxi evasione fiscale: arrestati due imprenditori, sequestri per 4 milioni di euro

  • Politica

    "Una persona per bene": il ricordo commosso per il sindaco Guido Bussi

I più letti della settimana

  • Terribile schianto, muore infermiera: la piangono il marito e i figli

  • Anna manca da casa da alcuni giorni: l'appello della madre

  • Suicidio shock: si getta sotto al treno al quinto mese di gravidanza

  • Marco, 16 anni, è scomparso da due giorni

  • Imprenditori assaliti all’autogrill: un colpo da un milione di euro

  • Inaugurato il sentiero da sogno, dalle rive del lago all'altipiano

Torna su
BresciaToday è in caricamento