Bimba di tre anni morta di meningite a Calvisano

Una bambina nigeriana di tre anni, frequentante la materna «Bonaldi», è morta di meningite fulminante dopo poche ore di agonia. I medici dell'Asl hanno fatto reperire immediatamente le dosi di vaccino per gli altri bambini

Una bambina nigeriana di tre anni, frequentante la materna «Bonaldi», è morta di meningite fulminante dopo poche ore di agonia. Tutto il paese si stringe introno al dolore della famiglia della piccola, e intanto scatta l'allarme per il resto degli alunni della scuola, e l'obbligo di profilassi emanato dall'Asl.

Lunedì sera, la bambina ha accusato un malore tale da convincere i genitori a non mandarla a scuola. Vedendo che il dolore continuava a crescere, hanno deciso di portala all'ospedale di Montichiari, dove è stata poi trasferita a quello di  Desenzano. Le cure dei dottori si sono rivelate inutili, e per la bimba non c'è stato nulla da fare. Nell'ospedale gardesano sono rimasti per lungo tempo i genitori increduli, assieme alle due sorelline iscritte alle elementari. Tutta la famiglia è stata vaccinata.

A Calvisano, i medici dell'Asl, coordinati dal dott. Poggio, hanno fatto pervenire subito le dosi di vaccino per gli altri alunni e il personale dipendente: una quindicina per il personale dipendente, tra insegnanti, cuochi, bidelli, e 167 per i bambini della materna, ancora spaventati dal modo terribile in cui hanno visto scomparire in poche ore la loro piccola compagna.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lastre di cemento sfondano la cabina del tir: strada chiusa e caos traffico

  • Addio Elisabetta, una lunga lotta contro il cancro: "Sei stata un esempio per tutti"

  • Scende dal bus e attraversa la strada: ragazzino travolto sotto gli occhi degli amici

  • Tragico incidente mentre torna a casa dal lavoro: muore padre di famiglia

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Cade dalla bicicletta e cerca di aiutarlo: il cane gli strappa via il naso

Torna su
BresciaToday è in caricamento