Incubo Caffaro tra cromo e mercurio: sono otto gli indagati eccellenti

Otto gli indagati eccellenti, tra cui il Commissario straordinario, per i recenti episodi di inquinamento rilevati alla Caffaro da Arpa

Caffaro Brescia, otto indagati per inquinamento ambientale: amministratori, curatori, dirigenti, perfino il Commissario straordinario nominato dal ministero. Sono questi i nomi eccellenti che emergono dall'indagine, coordinata dalla Procura e dai magistrati Silvio Bonfigli e Donato Greco, che cerca di far luce sulle più recenti criticità ambientali, emerse nelle ultime settimane, ovvero l'inquinamento rilevato da cromo e da mercurio che ha portato alla chiusura temporanea del ramo d'azienda ancora produttivo (la Provincia ne ha revocato l'Aia, l'Autorizzazione integrata ambientale: la società ha fatto ricorso nel merito, e la sentenza del Tar è attesa per il 6 novembre).

I nomi di tutti gli indagati

Gli inquinanti rilevati sarebbero fuoriusciti da rubinetti, cisterne e serbatoi da cui invece non sarebbe dovuto fuoriuscire nulla. In particolare, per quanto riguarda l'inquinamento da mercurio risultano indagati il Commissario straordinario del Sin Caffaro Roberto Moreni, il liquidatore di Caffaro Chimica (l'azienda un tempo proprietaria dei capannoni) Marco Cappelletto, l'altro liquidatore di Caffaro Chimica Fabrizio Pea, il delegato aziendale ad ambiente e sicurezza Alfiero Marinelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per quanto riguarda il cromo esavalente, noto anche come cromo VI, risultano indagati vari dirigenti di Chimica Fedeli, il gruppo che oggi detiene la proprietà di Caffaro Brescia e che in un'area “protetta” della fabbrica continua a produrre: l'amministratore delegato Alessandro Quadrelli, il direttore generale Alessandro Francesconi, il direttore di Caffaro Brescia Vitantonio Balacco, il patron di Chimica Fedeli Donato Todisco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primo focolaio bresciano: positivi 15 ragazzi, sono tutti in isolamento

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Esce a buttare lo sporco e non torna: scomparsa giovane mamma bresciana

  • Uccide una bimba travolgendola sulle strisce: padre di famiglia in manette

  • Tragico schianto sulla 45bis: auto schiacciata da un camion, morto il conducente

  • Animatore del grest positivo al coronavirus, bambini e ragazzi in isolamento

Torna su
BresciaToday è in caricamento