Sotto la Caffaro mezza tonnellata di veleni: e i filtri non funzionano

Nuovo allarme ambientale lanciato dall’Arpa di Brescia: sotto l’ex Caffaro di Brescia mezza tonnellata di veleni, dal cromo al mercurio al Pcb. E su sette filtri di falda sarebbero soltanto due quelli che funzionano

Quasi 600 ettari di terreni inquinati: 260 appena a sud della Caffaro di Brescia, altri 330 tra Capriano del Colle, Castelmella e Flero. Per non parlare dei veleni che si trovano sotto casa, o meglio sotto la fabbrica: 280 chili di cromo esavalente, 200 chili di solventi clorurati, cinque chili di mercurio. Ma pure circa 200 grammi di Pcb.

Sono questi i numeri aggiornati dell’emergenza ambientale del Sin Caffaro, presentati dall’Arpa e pubblicati sulle pagine del Corsera. Sul piatto della discussione anche il tema di una bonifica non più rinviabile: ma come ha ribadito l’assessore regionale all’ambiente Claudia Terzi, a Brescia si aspettano ancora i 42 milioni di euro promessi dal Ministero. Ad oggi non si sono mai visti.

Altra questione calda, il filtraggio effettivo degli inquinanti che escono dai pozzi: attualmente sono 7 quelli utilizzati per emungere l’acqua di falda, ma di questi sono due vengono effettivamente filtrati. Il numero 7, scrive ancora il Corsera, trattiene addirittura il 98% degli inquinanti. Ma il pozzo numero 2, ad esempio, è ormai vecchio di 10 anni e fa passare (quasi) tutto.

Il Movimento 5 Stelle ha intanto annunciato che presto verrà depositata un’interrogazione direttamente al Ministero dell’Ambiente. “Ci chiediamo come sia possibile – si legge in una nota – che nel sito Caffaro di Brescia, milioni di milioni di metri cubi di terra impregnati di Pcb e diossine e milioni di mc di acqua prelevati dalla falda affinché la contaminazione non si estenda, il pozzo che filtra il mercurio sia fuori uso”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • È uno schifo noi abitanti e i nostri figli abbandonati a noi stessi nessuno fa un cazzo mandria di pagliacci magnoni e ipocriti, il sindaco assente chissà cosa combina tutto il giorno quando ci sono priorità inderogabili... E con quello che paghiamo di tasse poi...

Notizie di oggi

  • Elezioni

    Diretta Comunali ed Europee 2019. Aggiornamenti e affluenza

  • Cronaca

    Rischio slavine troppo alto, niente Passo Gavia per il Giro d'Italia

  • Cronaca

    Pasta di eroina da fumare nascosta nelle mutande: fermati due ragazzini

  • WeekEnd

    Cosa fare a Brescia dal 24 al 26 maggio: i migliori eventi del weekend

I più letti della settimana

  • Professore si suicida in palestra, il corpo trovato da due studenti

  • La disperazione per la morte di Leonardo: "Eri un ragazzo speciale"

  • Si affaccia alla finestra di casa e precipita per 12 metri: muore bimba di 9 anni

  • Al volante ubriaco dopo un matrimonio, si schianta in auto con i tre figli piccoli

  • Stroncata dalla malattia, muore madre di famiglia: il dolore di figli e marito

  • Grandine e nubifragi nel Bresciano: strade allagate, traffico nel caos

Torna su
BresciaToday è in caricamento