Caccia grossa alla volpe bresciana: niente limiti, via libera alla "strage"

Sono circa 60 gli "operatori faunistici" autorizzati per la caccia alla volpe, nell'ambito di un piano di riduzione della popolazione animale promosso dalla Regione e dalla Polizia Provinciale

Caccia grossa alla volpe bresciana: la Polizia Provinciale (non succedeva dal 2009) ha autorizzato una campagna di contenimento, a quanto pare senza limiti al numero di esemplari da abbattere, per permettere il ripopolamento del territorio con lepri e fagiani.

Se ne occuperanno circa una sessantina di “operatori faunistici” specializzati, tra l'altro controllati in tempo reale con un'apposita app per smartphone. Lo scrive Bresciaoggi.

“A seguito della richiesta formulata dall'Ambito territoriale unico di caccia – spiega la Polizia Provinciale – la Regione Lombardia ha approvato un piano di controllo numerico delle popolazioni di volpe delle Zone di ripopolamento e catture e delle Zone di rifugio e ambientamento”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si accascia a terra in casa, giovane mamma uccisa da un improvviso malore

  • Tragico infortunio mentre lavora nel bosco, muore papà di tre bimbi piccoli

  • Esce di casa e scompare: ore d'ansia per un bimbo di 10 anni

  • Investita mentre attraversa la tangenziale di notte: morta ragazza di 22 anni

  • Ucciso dal cancro: fino all'ultimo Luca ha voluto gli amati cani al suo fianco

  • Donna trovata morta nel canale: potrebbe essere stata uccisa

Torna su
BresciaToday è in caricamento