Uccellini nelle reti e nelle trappole illegali: denunciati tre bracconieri bresciani

Tre cacciatori sorpresi in flagranza dai carabinieri della Forestale di Marcheno

Foto di repertorio

Smascherati nella sola giornata di lunedì tre bracconieri, colti in flagranza di reato dai Carabinieri Forestale di Marcheno. Alle prime luci dell’alba, i militari hanno sorpreso - in località Palazzo del Baglio a Brione - due uomini intenti a catturare balie nere con l’aiuto di trappole di tipo sep, strumenti di cattura illegali.

Il carniere dei due era ricco di selvaggina: trovate e sequestrate ben 102 balie nere, bottino della mattinata di caccia. I due, già denunciati lo scorso anno per lo stesso reato, ma in possesso di regolare licenza di caccia, sono stati nuovamente deferiti all'autorità giudiziaria. Per loro dovrebbe scattare l’immediato provvedimento di sospensione della licenza di caccia.

Nel pomeriggio i due militari si sono spostati in Val Trompia, sorprendendo un altro bracconiere, in località Pozze di Vobarno. Nei guai un uomo residente a Lumezzane: lo hanno pizzicato mentre armeggiava su una rete e piazzava sei trappole.

Anche in questo caso sono stati sequestrati i mezzi di cattura illeciti e gli uccellini: 14 esemplari di balia nera. Il bracconiere, pluripregiudicato anche per reati specifici di caccia e non in possesso della regolare licenza, è stato denunciato per furto aggravato e rischia fino a sei anni di carcere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Troppa nebbia, esce di strada e finisce nel canale: muore annegato nella sua auto

  • Un paese fantasma: chiude l'ultimo negozio, a rischio anche l'unico bar

  • Dramma in una cascina: trovato morto uomo di 56 anni

  • Ragazza di 16 anni in ospedale: "E' lo stesso Meningococco di Veronica"

  • Tragedia avvolta nel mistero: cadavere trovato in autostrada, lungo la corsia di sorpasso

  • Una sterzata disperata, poi lo schianto contro l'albero: così è morta Celeste

Torna su
BresciaToday è in caricamento