Arrestato a Brescia, è in Siria a combattere per la Jihad

Anas El Abboubi, 21enne marocchino residente con la famiglia a Vobarno, sarebbe partito per la Siria a combattere per la 'guerra santa'. Era stato arrestato lo scorso giugno con l'accusa di terrorismo internazionale e scarcerato dopo due settimane perchè non sussisteva il pericolo di "reiterazione del reato"

Era stato arrestato dalla Digos di Brescia per terrorismo, poi scarcerato dal tribunale del Riesame. Oggi Anas El Abboubi, 21enne di origini marocchine residente con la famiglia a Vobarno, nel bresciano, sarebbe in Siria.

Lo conferma il legale del giovane, l'avvocato Giovanni Brunelli all'indomani della sentenza della Cassazione che ha rigettato il ricorso della Procura di Brescia contro la scarcerazione.

"Da settimane abbiamo perso le tracce di Anas. Il padre ha detto che è partito per la Siria". La famiglia del ragazzo marocchino dice solo che "non è più in Italia ormai da quasi due mesi".

Sul suo profilo Facebook nel frattempo Anas El Abboubi scrive di trovarsi ad Aleppio e di lavorare per "Jihad: The Trail of Political Islam". Sulle pagine del social network sono presenti inoltre diverse fotografie del 21enne marocchino mentre tiene tra le mani un kalashnikov.

- IL VIDEO DELL'ARRESTO
- L'IDENTIKIT DI ANAS EL ABBOUBI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Donna trovata morta in campagna: tragedia avvolta nel mistero

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Orzinuovi piange la scomparsa del ristoratore Tonino Casalini

  • Sposato, padre di 3 figli: prende a schiaffi e pugni la moglie in strada

Torna su
BresciaToday è in caricamento