Rapinatore senza pietà: aggredisce e deruba un anziano

Calci e pugni contro un anziano, colpevole di non volergli consegnare soldi e cellulare: arrestato un cinquantaseienne.

Nel buio della notte ha avvicinato un anziano, gli ha chiesto il denaro e il cellulare e poi, visto il suo rifiuto, lo ha percosso con calci e pugni. È avvenuto nei giorni scorsi in pieno centro storico a Brescia, in via San Faustino. 

Alcuni testimoni oculari dell'aggressione hanno chiamato i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Brescia per raccontare l'accaduto. Grazie alla dettagliata descrizione fornita, i militari hanno rintracciato dopo pochi minuti il rapinatore, bloccandolo in via Rua Sovera, una parallela di via San Faustino. 

L'uomo, un cinquantaseienne eritreo già noto alle Forze di Polizia, aveva ancora con sé il cellulare della vittima che nel frattempo era stata accompagnata al Pronto Soccorso per le necessarie cure mediche. Il rapinatore è stato portato in caserma, e poi in carcere a Canton Mombello, dove si trova tutt'ora. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

  • Si sente male all'Università, poi la situazione precipita: ragazza muore di meningite

Torna su
BresciaToday è in caricamento