Ubriachi nel weekend, 15 persone in ospedale: la più giovane ha soltanto 16 anni

Lungo weekend di follia alcolica in tutta la provincia: complice il freddo, sono almeno 14 le persone che sono state ricoverate in ospedale per “intossicazione etilica”. I più giovani hanno 16 e 17 anni

Un lungo weekend di ordinaria follia (alcolica). Sono almeno una quindicina gli interventi del 112 tra venerdì e domenica per altrettanti casi di “intossicazione etilica”: per fortuna nessuno di davvero grave, ma un dato che preso tutto insieme ha dell’inquietante. Forse è colpa anche del freddo, ma sta di fatto che 14 persone, uomini e donne di tutte le età ma soprattutto giovanissimi (anche minorenni) sono stati ricoverati in ospedale per aver bevuto troppo.

Tutto è cominciato venerdì notte a Castegnato, con un ragazza di 19 anni ricoverata in ospedale, e si è concluso domenica sera a Brescia, zona stazione, dove alle 20.30 circa si è sentita male una donna di 50 anni. Nel mezzo un’altra dozzina di interventi, in lungo e in largo in tutta la provincia.

Con ordine, venerdì notte (ore 2.30) una ragazza di 22 anni a Desenzano, sempre a Desenzano meno di tre ore più tardi (alle 5) un giovane di 30 anni soccorso in Viale Marconi. Sono addirittura tre gli interventi per abuso di alcol (tutti in ospedale) il sabato pomeriggio: un 30enne in Via Milano (ricoverato al Sant’Anna), una giovane in Viale Italia (alle 16.15, ricoverata al Città di Brescia) e un 40enne in Piazzale Cesare Battisti, intorno alle 19.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale: un morto, un ferito grave e 8 chilometri di coda

  • Lastre di cemento sfondano la cabina del tir: strada chiusa e caos traffico

  • Addio Elisabetta, una lunga lotta contro il cancro: "Sei stata un esempio per tutti"

  • Pontevico, apre nuovo supermercato ALDI: tutte le informazioni

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Si schianta in moto, ragazzo finisce sotto un camion: è gravissimo

Torna su
BresciaToday è in caricamento