Si vantava in tv dei colpi messi a segno, arrestato truffatore seriale

L'uomo, un 64enne italiano, avrebbe messo a segno decine di truffe ai danni di esercizi commerciali. Acquistava gioielli, oggetti d'arte e altri beni preziosi pagando con assegni falsi o scoperti

Faceva il truffatore di professione. Un mestiere di cui andava pure fiero, tanto che non ha avuto alcun problema a raccontare tutti i raggiri messi a segno ad una televisione bresciana. Claudio Della Piana, questo il vero nome dell'uomo, esercitava l'arte dell'inganno prevalentemente nei negozi, di Brescia come di altre province, per acquistare merci di valore che poi piazzava facilmente sul mercato.

L’ordine di arresto nei suoi confronti è stato emesso il 7 febbraio 2017 dall’ufficio esecuzioni penali della procura della Repubblica di Brescia, cumulando le pene di ben nove processi svolti, nel periodo 2013/2015, nei tribunali di Brescia, Bergamo, Crema e Genova.  Il 64enne è finito in aula sempre per i medesimi reati: truffa, falso, sostituzione di persona, emissione di assegni senza provvista ed è stato condannato a 5 anni di carcere.  

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Schiacciato dal tornio, grave giovane operaio

  • Cronaca

    La tragedia di mamma Alberta: "Vivrai per sempre nei nostri cuori"

  • Cronaca

    In tre anni la passeggiata dei sogni: più di 6 chilometri in riva al lago

  • Cronaca

    Trovato agonizzante a bordo strada: una morte avvolta nel mistero

I più letti della settimana

  • Pestato a sangue nel parcheggio della disco, ragazzo in prognosi riservata

  • Dallo studio commerciale la maxi frode milionaria: arrestati 11 imprenditori

  • Frode al fisco da 1,4 miliardi: i nomi degli imprenditori arrestati

  • Si getta dal viadotto contro il treno in corsa: morto sul colpo

  • Proposta di matrimonio al centro commerciale: proietta un video e le chiede di sposarlo

  • Allarme meningite: bambino di 3 anni in gravi condizioni

Torna su
BresciaToday è in caricamento