Sgominato ingente traffico di droga Sud America-Valtrompia

La droga, 150 Kg di hashish e 5 Kg di cocaina, veniva trasportata in ovuli ingeriti dai corrieri su aerei provenienti dall'altra parte dell'Atlantico. La cocaina era acquistata a 28.000 € al Kg e rivenduta a 80 € al grammo nel bresciano

Un traffico enorme di droga da Nord Africa e Sud America verso la Valtrompia e il Lago di Garda. A scoprirlo i carabinieri di Gardone Valtrompia, che hanno posto fine a un giro di 150 chili di hashish e 5 chili di cocaina.

Le indagini erano iniziate a settembre dell'anno scorso; i lunghi mesi trascorsi sono stati necessari per individuare con esattezza i canali di ricezione e spaccio di un così grosso quantitativo di stupefacente, che veniva trasportato in ovuli ingeriti da corrieri su aerei provenienti dal Perù, dalla Bolivia, dall’Ecuador e dalla Colombia.

La polvere bianca veniva acquistata in Sudamerica a 28mila euro al chilo ed era rivenduta nel Bresciano a 80 euro al grammo. Alla fine sono scattate otto ordinanze di custodia cautelare ed è stato arrestato anche il referente colombiano trovato, durante una consegna in Italia, con 3 chili di cocaina.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    A strapiombo sul lago: la ciclabile più bella del mondo è realtà

  • Cronaca

    Patentato da una settimana, al controllo risulta positivo alla cocaina

  • Cronaca

    Barca sbatte contro il pontile, feriti i due passeggeri

  • Cronaca

    Tagliola posizionata nell'erba di un parco pubblico

I più letti della settimana

  • Terribile incidente: muore a 20 anni carbonizzato in galleria

  • Scontro tra auto, bimba ricoverata in prognosi riservata

  • Giovane madre va in camporella col prete, finisce a botte col marito

  • Tragedia al comando della Locale: agente si toglie la vita con un colpo di pistola

  • Ragazzo muore nel sonno a 18 anni: "Non ci sono parole per il nostro dolore"

  • Giovane turista stuprata in un parcheggio: si cercano i responsabili

Torna su
BresciaToday è in caricamento