Errori al test per le professioni sanitarie: ricorso al Tar Lombardia

Tramite l'avvocato Michele Bonetti, la lista Studenti Per-Unione degli universitari ha promosso davanti al Tar Lombardia, sezione di Brescia, un ricorso per ottenere l'ammissione con riserva di tutti i 2.500 candidati

La lista Studenti Per-Unione degli universitari, tramite l’avvocato Michele Bonetti, ha promosso davanti al Tar Lombardia un ricorso collettivo per ottenere l'ammissione con riserva di tutti i 2.500 candidati, dopo l’errore nella stesura dei test di acesso alle lauree delle professioni sanitarie in quattro quesiti, per la mancanza di corrispondenza con la cinquina delle risposte abbinate.

L’avvocato ha dichiarato alla stampa di essere “sconcertato dalla mancanza di una comunicazione ufficiale in merito o di una repentina risposta dell’Università alle molte richieste di chiarimento pervenute. La ferma intenzione di richiedere nel ricorso, a mezzo sospensiva, un’immatricolazione con riserva in sovrannumero, poiché rifare il test nuocerebbe alla cinquantina di studenti comunque ammessi, ma giusto è che anche i restanti, 2mila ragazzi circa, vedano riconosciuti i propri diritti all’equità e alla trasparenza in una delle prove più importanti e determinanti per le loro future professionalità”.
Aggiungendo infine:  “Non è mai esistita nella storia dei test una circostanza così  e nel 2007 per due domande sbagliate il Tar Lazio ha accolto integralmente il ricorso”.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Ondata di caldo, bollino rosso per Brescia. Il Ministero: “Situazione di emergenza”

    • Cronaca

      Finte trasferte per non pagare tasse, nei guai imprenditore bresciano

    • Cronaca

      “Odio il seno rifatto!”, operaio insulta una prostituta e la riempie di botte

    • WeekEnd

      Eventi: cosa fare a Brescia e provincia dal 23 al 26 giugno 2017

    I più letti della settimana

    • Coltello alla gola, costretta a una fellatio: riconosciuto e condannato dopo 14 anni

    • Morto annegato ingegnere bresciano: stava nuotando col figlioletto

    • Investe e uccide il suo aggressore: si erano conosciuti a causa di una rissa

    • Villongo: minacciata da un uomo armato, 44enne lo investe e lo uccide con l’auto

    • Investito e ucciso, le rivelazioni shock dei fratelli: “Molto più di un’amicizia”

    • Autista aggredito da un passeggero senza biglietto, il bus ferma in caserma

    Torna su
    BresciaToday è in caricamento