Disoccupato tenta una rapina. Preso da sensi di colpa, si costituisce

Un camionista, disoccupato dopo aver perso la patente per guida in stato di ebbrezza, ha cercato di rapinare una tabaccheria in via Milano. Tornato a casa, in preda ai sensi di colpa, ha deciso di recarsi in caserma per costituirsi

Qualche tempo fa aveva perso il suo lavoro di autotrasportatore dopo il ritiro della patente per guida in stato di ebbrezza.
Disperato, un trentenne di Roncadelle si è "improvvisato" rapinatore e, dopo aver indossato un paio di quanti e un cappellino, ha tentato di rapinare una tabaccheria in via Milano in città.  

Qui, ha aggredito il padre del tabaccaio, il quale ha però reagito facendo entrare nel panico l'ex-camionista, che ha deciso di scappare a mani vuote. Una volta a casa, il 30enne ha iniziato a sentirsi male e, dopo aver assunto dei tranquillanti, è andato a costituirsi nella Caserma di piazza Tebaldo Brusato. Denunciato a piede libero, è stato rimesso in libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

Torna su
BresciaToday è in caricamento