Sud Est Brescia: la mappa delle nocività. Cave, fumi e Cesio 137

Una mappatura completa delle innumerevoli criticità della zona Sud Est di Brescia. Dai bitumifici alle discariche, dall'Alfa Acciai ai nuovi progetti di Polo Logistico e bitumificio Gaburri

La piantina delle nocività dell'intera zona Sud Est di Brescia. Zona martoriata e di cui si è parlato molto, di cui si parlerà ancora. Si ringrazia il CODISA per la preziosa collaborazione.

  • Nel quartiere di S.Polo, in pieno centro abitato opera da cinquant’anni l’Alfa Acciai, azienda dalle imponenti dimensioni e capacità produttive. E’attiva nel settore siderurgico la cui produzione è basata sulla tecnologia di rifusione del rottame ferroso al forno elettrico e sua utilizzazione per la fabbricazione di billette mediante colata continua e di lingotti mediante colata in sorgente. Il Comitato ha chiesto all’ Azienda e comunicato pubblicamente in un Assemblea di Febbraio 2011 di abbassare il limite di emissione per DIOSSINE E FURANI ai camini E1bis ed E2 da 0,5 a 0,1 ng I-TEQ/Nm3 come prime misure per la tutela
    della salute dei cittadini.
  • In via Dei Santi nel quartiere Bettole/Buffalora , è attiva l’azienda Ecoservizi specializzata nel trattamento ed inertizzazione dei rifiuti speciali pericolosi e non, la sua capacità produttiva è di circa 250.000 t/a.
  • Nella zona Sud del comune di Rezzato (loc. Castella), a circa 1.200 mt. dal quartiere di Buffalora , in corrispondenza dell’ATE 25, sono presenti 3 discariche di rifiuti inerti rispettivamente Nuova Beton con una capacità di 590.066 m3, la P.G.S Asfalti con capacità di 195.768 m3 e Bres.Pa. con una capacità di 92.941 m3.
  • Sempre all’interno dell’ATE 25 è stata autorizzata una quarta discarica di rifiuti inerti con una capacità di 530.000 m3. (Rezzola)
  • La Bonomi Metalli stoccaggio scorie metalliche nel suo piazzale creando notevoli disagi agli abitanti vicini.
  • Nella mappa dello Studio Geologico del Comune di Brescia nell’area Sud Est di detto comune e nei comuni confinanti di Rezzato e Castenedolo sono censite 80 cave dimesse frutto di decenni di coltivazioni ininterrotte che hanno modificato il territorio in modo irreversibile.

    Per una visualizzazione ottimale, scarica la mappa in formato Pdf

    mappa foto cave nocivita SUD-EST Brescia San Polo San Polino Buffalora-3-2-2
  • I quartieri di San polo e Bettole/Buffalora sono sottoposti ad un costante e rilevante inquinamento acustico ed atmosferico dovuto al traffico indotto dalle grandi arterie di comunicazioni ( autostrada A4 e tangenziale Sud) che li attraversano. L’autostrada A4 secondo l’AISCAT (Associazione italiana Società Concessionarie Autostrade e Trafori. [Aiscat 2000.Informazioni.Notiziario Trimestrale]) i dati relativi al traffico giornaliero medio sulla Milano Brescia per i primi due trimestri del 2000,sono pari rispettivamente a 88.251 e 98.328 veicoli (“Studio di dispersione atmosferica di inquinanti emessi sul territorio bresciano” commissionato dal Comune di Brescia all’Università degli Studi Brescia, pag. 49). Per quanto riguarda la tangenziale Sud, la Provincia di Brescia nel “Piano del traffico della viabilità extra urbana” approvato il 24.9.07, alla pag. 34 riporta “un traffico giornaliero complessivo pari a circa 98.000 veicoli equivalenti/giorno”. Gran parte dei veicoli transitanti, a causa dell’elevatissima industrializzazione, sono veicoli pesanti.
  • Nelle località di S.Polo e Bettole/Buffalora sono presenti altre discariche rilevabili dalla mappa dello Studio Geologico del Comune di Brescia e dal sito internet della Provincia di Brescia (cartografia Gis): discarica di rifiuti tossico/nocivi di via Buffalora VE.PART(seri rischi di inquinamento, tracce di CESIO 137 nel Percolato), due discariche di R.S.U. di via Chiappa, discarica di scorie di fonderia interrate sul perimetro dell’acciaieria Alfa Acciai, discarica di rifiuti non classificabili di via Brocchi, discarica di inerti di via Brocchi, discarica di rifiuti non classificabili di via Musia, discarica di rifiuti inerti vicino alle vie Serenissima/Chiappa.
  • Deposito GPL Pialorsi
  • A circa 600 mt dalla discarica in oggetto, in una ex cava di sabbia e ghiaia oggi di proprietà Faustini, vi è un area interessata da inquinamento radioattivo da Cesio 137, probabilmente dovuto al deposito di materiali ferrosi contaminati. A tutt’oggi non è stata effettuata alcuna bonifica dei suoli. Ultimamente queste scorie e le vicende di questa discarica sono al centro di un caso giornalistico sul rischio contaminazione
  • Discarica Gardauno: a circa 500 mt da buffalora è della stessa tipologia della discarica Gedit di Montichiari. Gli stessi problemi ricadranno per un raggio di KM dalla discarica (quasi 2milioni mc di rifiuti)
  • N° 2 Bitumifici (Gaburri e Faustini): gravi disagi ai residenti nel periodo estivo per gli odori insopportabili. Gia fatti 2 esposti con circa 650 firme totali raccolte
  • PREVISTA DISCARICA INERTI GABURRI/ITALGROS: nell' OASI della ex cava Pasotti, a seguito del parere favorevole del Consiglio Comunale alla linea di indirizzo proposta dall' attuale Giunta Comunale del 2009.
  • PREVISTO POLO LOGISTICO ITALGROS : a seguito del parere favorevole del Consiglio Comunale alla linea di indirizzo proposta dall' attuale Giunta Comunale del 2009
  • DISCARICA DI AMIANTO PROFACTA: il Consiglio di Stato ha tolto la sospensiva ai lavori, siamo in attesa del giudizio di merito per fare in modo di bloccare la realizzazione di questa discarica
  • Nella zona Sud-Est del Comune di Brescia, identificabile con i quartieri di S.Polo e Bettole/Buffalora e nei comuni di Rezzato e Castenedolo, nelle porzioni di territorio poste sul confine con il Comune di Brescia, sono attivi 6 Ambiti Territoriali estrattivi (ATE 19, 20, 21, 23, 24, 25) di elevatissima superficie occupata e capacità estrattiva. Dal Piano Provinciale delle Cave, Allegato 4/3 “Tabelle relative a: ATE / Giacimenti – Cave di recupero” si ricava una superficie complessiva pari a 4.056.016 mq che corrisponde al 21,7% dell’intero ambito territoriale estrattivo della Provincia di Brescia. Il volume complessivo stimato è pari a 33.000.000 m3
     

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Due sorelle, lo stesso tragico destino: uccise dal cancro a distanza di 20 giorni

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Terribile schianto all'incrocio: motociclista muore in ospedale

  • Maltempo, arriva forte peggioramento: pioggia e abbondanti nevicate

  • Investita mentre va in pizzeria con la famiglia, muore madre di tre figli

Torna su
BresciaToday è in caricamento