Strage di San Polo: chiesto l'ergastolo per Mario Albanese

L'uomo è accusato di aver assassinato a colpi di pistola quattro persone, tra cui l'ex moglie

Il pm ha chiesto la condanna all'ergastolo nell'ambito del processo con rito abbreviato a carico di Mario Albanese.

L'uomo, camionista 35enne di origini pugliesi, è accusato di avere ucciso a colpi di pistola nella notte tra il 3 ed il 4 marzo 2012 l'ex moglie, il suo nuovo compagno, la figlia di lei ed il suo fidanzato nella loro abitazione di San Polo. La sentenza è attesa per il 10 luglio.

Il mese scorso, la perizia psichiatrica richiesta dalla difesa e depositata il 2 maggio dal consulente nominato dal giudice, lo psichiatra Federico Durbano del Fatebenefratelli di Milano, ha stabilito che Albanese è sano di mente: "I delitti – scrive il consulente tecnico - sono stati compiuti in uno stato di discontrollo emotivo episodico, comunemente detto rabbia, che pone il soggetto nell'ambito della reazione estrema di un comportamento 'normale', non ascrivibile cioé ad una franca psicopatologia". La sentenza è attesa per il 10 luglio.

SULLO STESSO ARGOMENTO:
- Domenico e Chiara, il ricordo di un giovane amore che la strage di San Polo ha cancellato
- Strage di San Polo, le figlie di Francesca affidate a un parente stretto



 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vomita sangue in classe, muore dopo essere stato dimesso: 5 medici a processo

  • Serpente di un metro e mezzo in classe: panico tra i bimbi della scuola elementare

  • Parcheggia l'auto, poi cammina in mezzo all'autostrada: ucciso da un tir

  • Fabio Volo nella bufera per i commenti su Ariana Grande: la sua replica

  • Attraversa l'autostrada, ucciso da un tir: famiglia devastata, era padre di due bimbi

  • Aperitivi e cocaina: arrestato barista, chiuso il locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento