Strage di San Polo: il carabiniere eroe devolve il premio in denaro alle figlie

Ivano Gatti, il carabiniere che fermò Mario Albanese, l'uomo che a San Polo aveva appena ucciso quattro persone, ha devoluto il premio in denaro ricevuto per il gesto alle due figlie rimaste orfane

Ivano Gatti, l'appuntato dei carabinieri che la mattina del 4 marzo scorso ha fermato e disarmato Mario Albanese, l'uomo che a San Polo aveva appena ucciso quattro persone, tra cui l'ex moglie, madre delle sue due bambine, ha devoluto alle piccole rimaste orfane della madre il premio in denaro che aveva ricevuto per il suo gesto dal Comando generale dell'Arma.

- Strage di San Polo, i funerali di Francesca: «Una mamma speciale»

Nel pomeriggio di oggi il militare ha incontrato lo zio delle bambine, cui sono state affidate dopo l'omicidio della loro madre.

(fonte: Ansa)

Potrebbe interessarti

  • Fascicolo Sanitario Elettronico: come consultare i referti online

  • Coffin Nails: le unghie a ballerina, la moda del momento

  • Ats Brescia: Commissione medica per le patenti di guida

  • Brescia: ecco come ottenere un alloggio in una casa popolare

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Orzinuovi, morta ragazza di 20 anni

  • Droga, scarsa igiene, lavoratori irregolari: chiusa discoteca

  • Terribile incidente stradale: grave una ragazza, code chilometriche

  • Imprenditore fermato con 20 grammi di cocaina: "Lavoro troppo, mi serve"

  • Neopatentato tampona con l'auto una moto, biker muore sul colpo

  • Cade nel dirupo con la bici, 50enne muore sotto gli occhi dell'amico

Torna su
BresciaToday è in caricamento