Strage di San Polo: il carabiniere eroe devolve il premio in denaro alle figlie

Ivano Gatti, il carabiniere che fermò Mario Albanese, l'uomo che a San Polo aveva appena ucciso quattro persone, ha devoluto il premio in denaro ricevuto per il gesto alle due figlie rimaste orfane

Ivano Gatti, l'appuntato dei carabinieri che la mattina del 4 marzo scorso ha fermato e disarmato Mario Albanese, l'uomo che a San Polo aveva appena ucciso quattro persone, tra cui l'ex moglie, madre delle sue due bambine, ha devoluto alle piccole rimaste orfane della madre il premio in denaro che aveva ricevuto per il suo gesto dal Comando generale dell'Arma.

- Strage di San Polo, i funerali di Francesca: «Una mamma speciale»

Nel pomeriggio di oggi il militare ha incontrato lo zio delle bambine, cui sono state affidate dopo l'omicidio della loro madre.

(fonte: Ansa)

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Maltempo, non è finita. L'allerta della Protezione Civile: "In arrivo vento e forti temporali"

  • Orrore in reparto: ragazza di 19 anni si dà fuoco e muore avvolta dalle fiamme

Torna su
BresciaToday è in caricamento