Strage di piazza Loggia: depositati i tre faldoni delle nuove indagini

Il sostituto procuratore Francesco Piantoni ha depositato tre nuovi faldoni, che conterrebbero nuovi elementi riguardanti il coinvolgimento di Carlo Maria Maggi, Delfo Zorzi, Maurizio Tramonte, Francesco Delfino e Pino Rauti

Comincerà il 14 febbraio il processo d'appello per la strage di piazza Loggia del 28 maggio del 1974, che provocò la morte di otto persone.

Nei giorni scorsi il sostituto procuratore Francesco Piantoni ha depositato tre nuovi faldoni, che conterrebbero elementi probatori a sostegno di quanto sostenuto dall'accusa in primo grado: la teoria che attribuisce la responsabilità della strage alla pista veneta, a Carlo Maria Maggi, Delfo Zorzi, Maurizio Tramonte, Francesco Delfino e Pino Rauti, assolti in primo grado con formula dubitativa. La Procura chiederà alla Corte d'assise la rinnovazione del dibattimento.

Potrebbe interessarti

  • Per tutta estate il paese illumina strade e palazzi: sul lago il borgo più romantico d'Italia

  • Fascicolo Sanitario Elettronico: come consultare i referti online

  • Comune di Brescia: sedi CAAF Cgil

  • Le migliori gelaterie di Brescia

I più letti della settimana

  • A tutta velocità, fermato dalla Polizia: a bordo c’è un bimbo che sta male

  • Si sporge dal finestrino, ragazzo cade dal furgone in corsa e muore sul colpo

  • "Guido io, il mio amico ha bevuto": ma è ubriaco, drogato e senza patente

  • Tenta il suicidio nel ristorante dove lavora, gravissimo giovane cameriere

  • Tragica morte di ‘Ale’, la svolta: operaio indagato per omicidio colposo

  • In arrivo un'ondata di caldo record: quando è previsto il picco

Torna su
BresciaToday è in caricamento