Prende a calci la porta di casa e minaccia di morte la ex: arrestato 39enne

A dare l'allarme sono stati i vicini di casa della donna, che si era barricata in casa

Foto d'archivio

Un cittadino italiano di 39 anni, con numerosi precedenti alle spalle, è stato arrestato dalla polizia di Brescia per il reato di atti persecutori nei confronti dalla ex compagna, di due anni più giovane e di origine marocchina.

Nella notte tra giovedì e venerdì, l'uomo si era presentato a casa dell'ormai ex convivente, minacciandola di morte e tentando di sfondare la porta di ingresso a suon di calci. Lei si era barricata all'interno dell'abitazione, situata in via Milano a Brescia, e non aveva alcuna intenzione di farlo entrare.

A dare l'allarme sono stati i vicini di casa: spaventati dalle urla, e temendo che la situazione potesse ulteriormente degenerare, hanno chiamato il numero unico per l'emergenze. Sul posto sono sopraggiunti in pochi minuti gli agenti della squadra Volante della Questura di Brescia. Ma l'uomo non si è calmato nemmeno alla vista degli agenti: avrebbe continuato a inveire e a minacciare la ex, come se nulla fosse. I poliziotti lo hanno quindi bloccato e portato in Questura per alcuni accertamenti. 

Le manette sono scattate dopo la denuncia sporta dalla vittima. Processato per direttissima, vista la gravità dell'accaduto e i numerosi precedenti, per lui si sono aperte le porte del carcere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazza grave in ospedale per un'infezione: un altro caso dopo Veronica?

  • Operai al cimitero: la bara scivola, si rompe e fuoriesce la salma

  • La testa schiacciata tra la gru e il tetto: così è morto Antonio, padre di tre figli

  • Il dramma di Veronica: uccisa a 19 anni da una meningite fulminante

  • Terribile schianto sulla Statale: Paolo non ce l'ha fatta, è morto in ospedale

  • Giovane padre ucciso dalla malattia: "Te ne sei andato troppo presto, proteggici da lassù"

Torna su
BresciaToday è in caricamento