Minore si sente male per il troppo alcol, ricorso respinto: chiuso il Social Club

Serrande abbassate per 15 giorni per il Social Club di Via della Ziziola: il Tar ha respinto il ricorso dei titolari in merito ad un caso di somministrazione di alcolici a un ragazzo minorenne

Il locale era stato chiuso e riaperto in meno di 24 ore, con un fulmineo ricorso al Tar da parte dei gestori. Sono passati quasi due mesi, il Tar ha detto la sua: il Social Club di Via della Ziziola a Brescia dovrà chiudere i battenti per 15 giorni, in merito ad un caso di somministrazione di alcolici a minori. Respinto il ricorso dei titolari.

La sentenza del Tar parla chiaro, chiarissimo. “E' oggettivo che all'interno del locale il gruppo di minori, di cui faceva parte il giovane che successivamente si è sentito male per abuso di sostanze alcoliche, ha avuto a disposizione tale tipologia di bevande”.

Per i titolari del Social il ragazzo invece avrebbe bevuto di fuori: la direzione, onde evitare problemi di questo tipo, da tempo ha predisposto controlli serrati all'ingresso. I minorenni possono entrare previo controllo di carta d'identità, ma vengono comunque “segnalati” con un bracciale di colore rosso.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Come smettere di fumare

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Ubriaca fradicia di primo mattino, ragazza soccorsa da un'ambulanza

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Maltempo, non è finita. L'allerta della Protezione Civile: "In arrivo vento e forti temporali"

Torna su
BresciaToday è in caricamento