L'autista non lo fa salire, lui rompe il vetro a calci

Dopo aver rincorso il bus in partenza, un ragazzo ha sfondato a calci e pugni la porta. Il conducente ha chiamato i carabinieri

Danneggiamento e interruzione di pubblico servizio. Queste le denunce a carico di un ventenne bresciano che nel tardo pomeriggio di giovedì non è riuscito a tenere a bada la sua ira nei confronti dell'autista di un bus cittadino, reo di non averlo fatto salire sul mezzo. 

Il fatto è accaduto intorno alle 18 in via Solferino, in città. Il ventenne non è arrivato in tempo alla fermata, ed ha visto il mezzo pubblico partire per la sua corsa. Raggiunto l'autobus in prossimità di un vicino incrocio, il giovane ha attirato l'attenzione dell'autista per farsi aprire lo sportellone, ma il conducente - come da regolamento - non poteva fare nulla. A quel punto è scattato il raptus: con calci e pugni il ventenne ha colpito ripetutamente la porta fino a che il vetro si è infranto. 

Poco dopo sul posto è arrivata una pattuglia dei carabinieri, chiamata dall'autista. Bloccato e identificato, il ragazzo è stato trasferito in caserma. Dopo gli accertamenti il ventenne è stati rilasciato, con una doppia denuncia sul groppone. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Brescia usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Fascicolo Sanitario Elettronico: come consultare i referti online

  • Coffin Nails: le unghie a ballerina, la moda del momento

  • Ats Brescia: Commissione medica per le patenti di guida

  • Brescia: ecco come ottenere un alloggio in una casa popolare

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Orzinuovi, morta ragazza di 20 anni

  • Droga, scarsa igiene, lavoratori irregolari: chiusa discoteca

  • Terribile incidente stradale: grave una ragazza, code chilometriche

  • Imprenditore fermato con 20 grammi di cocaina: "Lavoro troppo, mi serve"

  • Neopatentato tampona con l'auto una moto, biker muore sul colpo

  • Cade nel dirupo con la bici, 50enne muore sotto gli occhi dell'amico

Torna su
BresciaToday è in caricamento