Fanno sesso nel bagagliaio: intrappolati, chiamano la polizia

Il 'soccorso' degli agenti a Brescia, nella zona industriale tra via Castagna e via Buozzi: “Erano molto imbarazzati”

Foto di repertorio

BRESCIA. L’operatore della Sala Radio nel ricevere la segnalazione è rimasto un attimo interdetto, pensando di non aver capito bene.

Il realtà si trattava proprio di due persone, un uomo ed una donna, marocchino lui del 1961 e di Adro lei, rimaste chiuse nel bagagliaio della loro auto adibito ad alcova per l’occasione.

Era poco prima di mezzanotte tra venerdì e sabato. L’auto in questione una Rexton, veicolo che presenta una grata divisoria in acciaio tra il baule ed il sedile posteriore.

I due, raggiunto un posto nascosto nella zona industriale tra via Castagna e via Buozzi, hanno fermato la macchina su una stradina sterrata e si sono spostati nel bagagliaio, apribile solo dall’esterno.

Fortunatamente, avevano con sé il loro telefonino con il quale hanno potuto chiedere aiuto nel momento in cui si sono resi conto di essere rimasti “intrappolati”.

Non è stato facile per la Volante rintracciarli, a causa dell’oscurità, dei fari spenti e della zona alberata in piena campagna. Anche in questo caso si è rivelato utile il Gps del cellulare per identificare quanto meno la zona in cui si erano appartati.

I due, molto imbarazzati, hanno ringraziato gli agenti, felici dello scampato pericolo di dover trascorrere, così nascosti, chissà quante ore prima di essere notati da qualcuno stamattina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Fine settimana in Franciacorta per Belen Rodriguez e Stefano De Martino

  • Auto sbatte contro il guard rail e si ribalta: morto un bambino, ferite due ragazzine

  • Infarto nel parcheggio dell'ospedale: morto ex preside e sindaco bresciano

  • 13enne ruba 9mila euro in casa propria, poi subisce la rapina da due amici

  • Malore fatale: prematuro addio al commercialista Francesco Bonomelli

Torna su
BresciaToday è in caricamento