Condannato narcotrafficante: la GdF sequestra beni per 10 milioni

Condannato in via definitiva a 14 anni di carcere un pluripregiudicato dello spaccio internazionale, originario di Torbole Casaglia: la GdF gli ha sequestrato beni per un valore di 10 milioni di euro

Da Torbole Casaglia a Milano, e poi via in tutta Europa, e forse anche oltre. Un giro d’affari milionario, e che negli anni gli ha permesso di accumulare una considerevole fortuna, sequestratagli dalla Guardia di Finanza a seguito di un decisivo provvedimento di arresto.

In manette ci è finito un bresciano originario appunto di Torbole Casaglia, accusato di essere un pluripregiudicato dello spaccio internazionale, quasi un narcotrafficante d’antan. Un’attività portata avanti nel tempo, da cui però si sarebbe ‘ritirato’ proprio dopo aver accumulato la milionaria fortuna, ovviamente illecita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo è stato condannato a 14 anni di reclusione, a cui presto potrebbe aggiungersi una seconda condanna. La GdF ha sequestrato in tutto quasi una trentina di unità immobiliari, tra case appartamenti o semplici box, oltre che il capitale di un’azienda. In tutto? Un sequestro da 10 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sente male nel suo locale, ristoratore bresciano muore mentre sta lavorando

  • Travolta in allenamento, è morta Roberta Agosti: era la compagna di Marco Velo

  • Coronavirus, in Lombardia via libera a calcetto e discoteche

  • Esce a buttare lo sporco e non torna: scomparsa giovane mamma bresciana

  • Intrappolato nel sottopasso, ragazzo di 30 anni rischia di annegare in auto

  • Coronavirus in provincia di Brescia: i contagi Comune per Comune

Torna su
BresciaToday è in caricamento