Raptus notturno: con un forcone devasta l’auto di un disabile

Un giovane nel cuore della notte ha imbracciato l’attrezzo ed ha letteralmente devastato l’auto di un vicino di casa paraplegico.

Al momento, dietro al gesto non sembra esserci altra spiegazione se non quella di un momento di follia. Il risultato è che l’automobile attrezzata di un paraplegico è stata devastata. La notizia, accaduta alle tre di notte tra giovedì e venerdì nel quartiere di San Polo, in via Arici, è riportata dal Giornale di Brescia.  

Il proprietario dell’auto, il 40enne Marco Renaldini, nel cuore della notte è stato svegliato dalle grida di una vicina di casa che stava assistendo al danneggiamento. Un 21enne dopo aver imbracciato un forcone trovato in un orto se l’è presa con la Peugeot 207 del disabile. 

Rotti gli specchietti, sfondati parabrezza e lunotto, fatti saltare i vetri dei finestrini, bucata in più parti la carrozzeria: il raptus del 21enne ha provocato danni gravissimi alla vettura allestita per il trasporto di persone disabili. A fermare il giovane è stato il padre di Marco Renaldini, che aiutato da alcuni vicini ha bloccato il violento in attesa della Polizia. Le indagini serviranno a capire le motivazioni del gesto: quello che sembra certo è che il 21enne nemmeno conosca la sua vittima. 

Potrebbe interessarti

  • Fascicolo Sanitario Elettronico: come consultare i referti online

  • Le migliori gelaterie di Brescia

  • Ats Brescia: Commissione medica per le patenti di guida

  • Piazze e musei, il castello e pure "The Pirlo": il bello di Brescia per i turisti british

I più letti della settimana

  • Neopatentato tampona con l'auto una moto, biker muore sul colpo

  • L’auto sbanda e si schianta: giovane barista muore sul colpo

  • Trovato agonizzante e in arresto cardiaco, ragazzo gravissimo

  • Malore mentre prende il sole, è in gravi condizioni: paura al parco acquatico

  • La donna trovata morta adesso ha un'identità: è una 37enne italiana

  • Donna muore travolta da un treno, probabile gesto estremo

Torna su
BresciaToday è in caricamento