La cena? Si paga con un sacco a pelo, per i poveri

Scopo dell’iniziativa benefica è quello di distribuire tra i senza tetto bresciani quanti più sacchi a pelo possibile per affrontare l’inverno.

Un sacco a pelo per la vita: è questo il bello slogan dell’iniziativa che, per il terzo anno, vede coinvolti alcuni ristoratori della nostra provincia. Come “funziona”? Si va a cena al ristorante e al momento di saldare il conto anziché prelevare i contanti dal portafoglio o strisciare la carta di credito si dona un sacco a pelo invernale. La notte stessa, quasi in diretta, i sacchi a pelo racconti vengono distribuiti ai senzatetto di città e provincia.

Quest’anno i ristoranti che aderiscono all’iniziativa benefica saranno due, la Trattoria Pegaso a Soprazzocco di Gavardo (appuntamento per il 28 dicembre) e Da Ludo a Montichiari (appuntamento per il 15 gennaio). 

Un sacco a pelo per la vita nasce da voci, richieste, appelli raccolti da Adriano Liloni: rendiamo il freddo un poco meno pungente, la solitudine un poco meno impenetrabile, la disperazione un poco meno nera. Per noi, per un buon numero di noi un sacco a pelo, il suo valore, rappresentano ancora il superfluo. Condividiamolo per rendere il suo peso un poco più lieve”. Questo il messaggio di invito alle cene. Informazioni si possono trovare su Facebook, nel gruppo pubblico “Un sacco a pelo per la vita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palpeggia e molesta due ragazzine: pestato a sangue nel parcheggio

  • Arrivano una Smart e una Fiat 500, poi lo scambio di droga: arrestato cantante

  • Ragazzo morto tra le braccia delle fidanzata: i risultati dell'autopsia

  • Morto l'imprenditore Renato Martinelli: ucciso in tre mesi dalla malattia

  • Violenta scossa in azienda, folgorato operaio: portato con ustioni al Civile

  • In arrivo due nuovi autovelox: limite abbassato dai 90 ai 70 chilometri orari

Torna su
BresciaToday è in caricamento