Scomparsa di Renato Bassi, continuano le ricerche: a settembre a ‘Chi l’ha visto’

Dieci giorni fa l’ultimo presunto avvistamento, nei pressi di Azzano Mella: le ricerche continuano ma senza novità. L’uomo, un 57enne con problemi psichici e cognitivi, è scomparso dalla comunità di San Polo il 4 luglio scorso

Quasi 50 giorni e ancora nessuna notizia di Renato Bassi, il 57enne bresciano scomparso da San Polo lo scorso 4 luglio. La preoccupazione è alta, l’uomo da tempo soffriva di disturbi psichici e cognitivi, ospite della comunità ‘L’Angolo’ di Via Cimabue: in passato qualche problema familiare di troppo, e una vita ad uscire e rientrare nel vortice dell’alcolismo.

Una decina di giorni fa l’ultimo avvistamento, ma solo presunto, nei pressi di Azzano Mella: l’intensificarsi delle ricerche non ha comunque portato a risultati di rilievo. Oltre a questo nessuna segnalazione, nessuno che abbia visto un omino apparentemente innocuo, uscito di casa senza soldi e senza nulla in tasca, forse affamato e sicuramente spaventato.

Da settembre la sua storia andrà anche a ‘Chi l’ha visto’, il programma di Rai Tre. Con la speranza che, prima di allora, si possano avere notizie certe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Incidente a Pozzolengo: neonato di Lonato muore in ospedale

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento