Remedello, cagnetta percossa e legata. Denunciata una donna

L'intervento delle Guardie Zoofile in terra bresciana per salvare una piccola cagnetta, maltrattata e picchiata, legata a una ringhiera e con segni evidenti di percosse: "Niente cibo né acqua, nessun riparo"

Foto © GeaPress

Un altro animale maltrattato, e questa volta in Provincia di Brescia. Le Guardie Zoofile dell’ANPANA sono intervenute a Remedello per salvare una piccola cagnetta denutrita e maltrattata, legata ad una ringhiera e con evidenti segni di percosse e maltrattamenti. Denunciata una donna del paese dopo un’anonima segnalazione.

“Niente cibo né acqua, nessun riparo – si legge sul portale GeaPress – Alla visita veterinaria sono apparsi ulteriori segni di forti traumi da percosse. Il cane, tra l’altro, urinava con evidenti tracce di sangue”. Le Guardie Ecozoofile hanno già provveduto ad istruire le pratiche per l’affido giudiziario, e la povera cagnetta ha già trovato una nuova casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Notte da incubo dopo la pizza? Ecco perché ci viene così tanta sete

  • Incidente stradale a Dello: morto Alex Tanzini di 38 anni

  • In bicicletta sull'autostrada A4: muore sul colpo travolto da un'auto

  • Il tragico destino di Sara, stroncata dalla malattia a soli 27 anni

  • Brutalmente ammazzata dal marito, niente sepoltura: "Lui non lo permette"

  • Massacrata di botte la fidanzata: la crede morta e brucia l'appartamento

Torna su
BresciaToday è in caricamento