homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Sgominata gang: rapine e aggressioni in metro e al Freccia Rossa

Gli 8 componenti della banda, di età compresa tra i 16 e i 33 anni, avevano preso di mira il centro commerciale cittadino, le stazioni della metro ed un ex componente della banda, che ha ricevuto ripetute minacce di morte ed è stato pestato in tre occasioni

© Bresciatoday.it

BRESCIA. Una vera e propria gang di criminali: avevano inventato nomi in codice per loro azioni criminose e si erano dati dei soprannomi. Il loro obiettivo era prendersi il centro commerciale Freccia Rossa, ma la loro attività si stava allargando fuori dai confini provinciali: avrebbero portato a termine alcuni colpi anche nelle città di Parma, Vicenza e Padova.

Il core business della gang, della quale facevano parte anche 2 minorenni, erano i furti e le rapine al centro commerciale Freccia Rossa, che hanno preso di mira a partire dallo scorso ottobre assaltando negozi di abbigliamento, di telefonia, di profumeria e di scarpe. Sono 5 i furti aggravati di cui la banda dovrà rispondere. Ma gli otto giovani - tutti stranieri con regolare permesso di soggiorno e residenti in città e in provincia - agivano e seminavano terrore anche nella metro cittadina aggredendo, armati di pinze e tenaglie e giratubi, i passeggeri. I capi di abbigliamento e gli oggetti di elettronica sottratti venivano poi rivenduti in cambio di denaro e droga.

VIDEO: rapine e aggressioni
in metro e al Freccia Rossa

Dalle perquisizioni effettuate nelle abitazioni dei malviventi, oltre agli oggetti contundenti usati per aggredire le vittime, sono state trovate anche alcune dosi di hashish e marijuana. L’indagine della Polizia Locale ha preso le mosse dalle denunce effettuate nei confronti della banda - il cui leader era un pakistano di 23 anni - da un ex membro ‘pentito’. Il 22enne si era presto dissociato dall’attività della gang ed aveva anche cercato di convicere altri ragazzi ad imitarlo. Un gesto ben poco gradito: la banda si è vendicata minacciandolo di morte e organizzando diverse spedizioni punitive nei suoi confronti. Il giovane è stato aggredito in tre occasioni e in luoghi pubblici: in metro e nelle piazze del centro storico. I balordi si sono presentati armati di tubi di ferro, sassi e forbici, pestandolo e mandandolo in ospedale. 

“Scorrerà altro sangue, questo è solo l’inizio”: è uno dei tanti messaggi intimidatori recapitati via Facebook al 22enne che ha però sempre sporto denuncia. Proprio le testimonianze dell’ex componente della gang hanno permesso alla Locale di mettersi sulle tracce dei banditi. Grazie anche ai filmati delle telecamere di sorveglianza dei negozi e della metropolitana sono stati  individuati e fermati tutti i membri della banda:  4 di loro sono stati portati in carcere, uno è agli arresti domiciliari, un altro è stato sottoposto all’obbligo di firma. I due minorenni sono invece stati portati in comunità, ma uno di loro è scappato ed è quindi finito al carcere minorile Beccaria di Milano.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Sognate di possedere la vostra casa, la vostra automobile ma si a rifiutato un mutuo ipotecario a causa di un credito insufficiente? I vostri affari si sono migliorati da un anno. Avevate necessità di denaro per aumentare la vostra attività. Che abbiate avuto ritardi di pagamento spiegabili, un indebitamento eccessivo, un divorzio o una perdita di posto di lavoro o altri. Potreste avere una seconda possibilità al credito particolare che va di 1.000€ a 5.000.000€. La vostra situazione finanziaria sarà rivalutata le 48 dopo avere confermare la vostra domanda. Se interessato e serietà, volete vedere le nostre condizioni per contattarle in qualsiasi urgenza per più informazioni. Posta elettronica: rifero.lunio@gmail.com

  • -Sognate di possedere la vostra casa, la vostra automobile ma si a rifiutato un mutuo ipotecario a causa di un credito insufficiente? I vostri affari si sono migliorati da un anno. Avevate necessità di denaro per aumentare la vostra attività. Che abbiate avuto ritardi di pagamento spiegabili, un indebitamento eccessivo, un divorzio o una perdita di posto di lavoro o altri. Potreste avere una seconda possibilità al credito particolare che va di 1.000€ a 5.000.000€. La vostra situazione finanziaria sarà rivalutata le 48 dopo avere confermare la vostra domanda. Se interessato e serietà, volete vedere le nostre condizioni per contattarle in qualsiasi urgenza per più informazioni. Posta elettronica: rifero.lunio@gmail.com

  • .Sognate di possedere la vostra casa, la vostra automobile ma si a rifiutato un mutuo ipotecario a causa di un credito insufficiente? I vostri affari si sono migliorati da un anno. Avevate necessità di denaro per aumentare la vostra attività. Che abbiate avuto ritardi di pagamento spiegabili, un indebitamento eccessivo, un divorzio o una perdita di posto di lavoro o altri. Potreste avere una seconda possibilità al credito particolare che va di 1.000€ a 5.000.000€. La vostra situazione finanziaria sarà rivalutata le 48 dopo avere confermare la vostra domanda. Se interessato e serietà, volete vedere le nostre condizioni per contattarle in qualsiasi urgenza per più informazioni. Posta elettronica: rifero.lunio@gmail.com

  • Avatar anonimo di Mario
    Mario

    Sono anni che diciamo ad assessori e sindaco, soprattutto l'assessore alle infrastrutture e sicurezza e al sindaco, oltre che ai responsabili della sicurezza della città, che tra spacciatori, taglieggiatori di anziani e in genere gente debole, furti continui nei negozi, scippi, violenze sulle donne sia per le vie della città che nel metro, vengono effettuate da bande di stranieri (pakistani, slavi, africani, maggrebini) e giovinastri di orine rom. Tutti questi soggetti si muovono per la città e nei vari contesti urbani compresi supermercati, stazioni, piazze, treni, metro, palazzi popolari facendo i padroni. Ma la giustizia invece che stringere le maglie su questi reati continua ad allargarle. Così questa gentaglia si sente onnipotente e agisce in modo sempre più strafottente, prendendo in giro cittadini e forze dell'ordine. Vogliamo dare una svolta o no?

    • senza contare che si può notare sempre più spesso ragazzini italiani che apprendono i livelli più pesanti di violenza proprio da questi individui... mi dispiace ma è così perchè questi arrivano qui da realtà assai diverse dalle nostre, da baraccopoli o da città del terzo mondo dove la vita vale davvero poco. molto meno che a scampia e dove soprattutto ragazzini e adolescenti subiscono traumi indescrivibili e apprendono violenze assurde generate da posti in cui regna il kaos . e così dei ragazzi italiani quelli più inclini al bullismo e alla delinquenza, invece che diventare i classici bulli tradizionai italiani, cercano di mettersi al passo con questi e finiscono per diventare a loro volta estremamente violenti e molto ingenui e assuefatti dall'adrenalina e infine altri ragazzi italiani finiranno per tentare di stare al passo con il primo gruppo di italiani diventando anch'esso molto stupidi e così il livello di violenza giovanile si incrementa in maniera omogenea

  • Avatar anonimo di Mario
    Mario

    Vogliamo nomi e foto identificative. I cittadini bresciani hanno il diritto di sapere da chi difendersi!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Svaligiano una casa, poi fuggono su un'auto rubata tra gli spari

  • Cronaca

    Ubriaco se la prende con la moglie: viene picchiato dai vicini

  • Cronaca

    "8 euro per due sardine, è una truffa": polemica per la sagra di paese

  • Cronaca

    Paese sotto shock per la morte del carabiniere: "Faceva sorridere i bambini"

I più letti della settimana

  • Inferno in autostrada, la tragedia: mamma Barbara non ce l'ha fatta

  • Ladro morto nell’inseguimento: indagati due carabinieri

  • Scappa da casa, poi si butta sotto un tir: il tragico gesto di un 19enne

  • Aggredito e azzannato dai pitbull mentre cerca di difendere la moglie

  • Tragico incidente in galleria: ciclista muore investito da un camion

  • Giallo a Brescia: scoperto il cadavere di una donna in un cassonetto

Torna su
BresciaToday è in caricamento