Rapina in strada: ragazzo aggredito per l' iphone X, nei guai un minorenne

La vittima è un ragazzo di 21 anni. Dopo mesi di indagini, i suoi aggressori, un 17enne italiano e un maggiorenne straniero, sono finiti in manette

Volto coperto e fare minaccioso, si erano avvicinati a un 21enne di passaggio in via Cefalonia e si erano impossessati del suo iphone X e del portafogli. Poi la classica fuga a gambe levate. L'episodio risale a quest'estate e forse i due aggressori pensavano di averla fatta franca.

Non è andata così: dopo mesi di indagini, i carabinieri li hanno individuati e per loro, giovedì mattina, sono scattate le manette. Nei guai sono finiti un 17enne italiano e un giovane straniero. I carabinieri, al termine di accertamenti e perquisizioni domiciliari, hanno infatti raccolto elementi sufficenti a ritenere i due giovani corresponsabili della rapina.

Per il maggiorenne si sono aperte le porte del carcere cittadino. Il minorenne, su richiesta della procura per i minori, è stato affidato ai servizi sociali e sottoposto alla misura della permanenza in casa.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

  • Lo spioncino digitale per la porta di casa

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

Torna su
BresciaToday è in caricamento