Spray urticante per aggredire le commesse, poi la fuga a mani vuote

Colpo maldestro all'incrocio tra Via Gramsci e Corso Palestro, nella boutique di Max Mara: rapinatore armato di spray urticante cerca di stordire le commesse ma rimane intossicato pure lui. Poi, la fuga

Max Mara Brescia

Ha preso la mira puntando una delle boutique tra le più note del quadrilatero della moda alla bresciana, quando Via Gramsci s’incrocia con Corso Palestro. Vestiti, borse e accessori da due e anche tre zeri alla volta: un bottino consistente ma solo se in effetti qualcosa si fosse portato via. Perché l’ignoto malvivente che mercoledì pomeriggio ha aggredito le commesse del negozio di Max Mara è scappato a gambe levate, e a mani vuote.

Pare che abbia spruzzato con uno spray urticante la commessa che stava più vicina alla cassa – chissà, forse invece era quello il suo obiettivo - e che dopo aver intossicato anche le altre tre ragazze al lavoro sia rimasto intossicato pure lui, e che quindi in preda al panico – e all’odore – sia stato così costretto a scappare.

Indaga la Questura di Brescia, sulla base delle testimonianze dei tanti che hanno visto – erano circa le 16, la via era piena di passanti, i negozi tutti aperti – delle immagini di videosorveglianza, perfino della composizione chimica della sostanza poi spruzzata addosso alle quattro sfortunate commesse, tutte ricoverate in ospedale per accertamenti.

Si sa solamente che l’uomo era alto circa un metro e 85, e che si era coperto il volto con una sciarpa, o con una bandana. Bazzicava tra le vetrine dei negozi mentre aspettava il momento giusto: poi, uno scatto repentino, l’ingresso da Max Mara e la rapina tentata e mancata. Una giornata come tante, e che per un attimo non si è trasformata in un incubo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Palpeggia e molesta due ragazzine: pestato a sangue nel parcheggio

  • Arrivano una Smart e una Fiat 500, poi lo scambio di droga: arrestato cantante

  • Ragazzo morto tra le braccia delle fidanzata: i risultati dell'autopsia

  • Morto l'imprenditore Renato Martinelli: ucciso in tre mesi dalla malattia

  • Violenta scossa in azienda, folgorato operaio: portato con ustioni al Civile

  • In arrivo due nuovi autovelox: limite abbassato dai 90 ai 70 chilometri orari

Torna su
BresciaToday è in caricamento