Operazione Rose Rosse: sette arresti per sfruttamento della prostituzione

La polizia di Brescia, nell'operzione coordinata dal procuratore aggiunto Sandro Raimondi, ha fermato sette persone per i reati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione e dell'immigrazione clandestina

Sette persone arrestate e numerosi immobili e strutture alberghiere sequestrati in tutta la provincia di Brescia. E' il bilancio dell'operazione 'Rose rosse' coordinata dal procuratore aggiunto Sandro Raimondi e condotta dagli agenti di polizia locale di Montichiari, Rezzato, Sirmione e Darfo Boario Terme insieme alla Questura di Brescia, alla polizia provinciale e alla Guardia di Finanza. I reati contestati sono favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione e dell'immigrazione clandestina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane papà stroncato dal Coronavirus: Alessandro aveva solo 48 anni

  • Coronavirus: giovane direttrice di banca trovata morta in casa dal fratello

  • Economia bresciana in lutto: nello stesso giorno muoiono due imprenditori

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune

  • Coronavirus, nel Bresciano 274 contagi e 69 decessi nelle ultime 24 ore

  • "Hai combattuto da eroe": addio a Marco, morto a soli 43 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento