Movida in via Trieste, residenti alla carica: "Qua succede di tutto"

Brescia, via Trieste: una trentina di famiglie sul piede di guerra contro la movida. Locali aperti fino a tardi, musica altissima e giovani ubriachi: riparte la protesta dei residenti

Una veduta di via Trieste

Quasi una trentina di famiglie sul piede di guerra. Residenti in via Trieste, e in via Cereto, alle prese con un crescente problema di movida. Decine di telefonate e segnalazioni, di rumori molesti e personaggi definiti "balordi": ora, la protesta si fa concreta.

Già previsto un incontro con l’amministrazione comunale e la Polizia Locale. Per discutere di una zona dove, spiegano i residenti indignati, “ai locali e ai loro clienti viene concesso di tutto”. Quindi macchine in doppia fila, musica alta fin dopo la mezzanotte, gente che beve a serrande (quasi) abbassate, anche alle 4:00 del mattino.

La movida cittadina che continua a far discutere. A poche settimane dall’ordinanza che impone la ‘musica off’ per i locali del Carmine, alle 22.30, e dalla manifestazione seguita subito dopo, organizzata dal Magazzino 47: “Riprendiamoci la città”.

Potrebbe interessarti

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Pannelli fotovoltaici a Brescia: come funzionano e quali sono i vantaggi

  • Alla scoperta del Sentiero delle Grotte, gioiello nascosto del Lago d'Iseo

I più letti della settimana

  • Nadia è morta per un cancro al cervello: la spiegazione degli oncologi italiani

  • Nadia Toffa, al funerale c'era l'ex fidanzato: quando parlò di figli e matrimonio

  • Da un piccolo allevamento a un impero da 50 milioni: morta Elvira Crescenti

  • Ragazzo di 16 anni gravissimo dopo un tuffo: trauma spinale, rischia la paralisi

  • Esce dalla villa per andare in edicola, imprenditore travolto e ucciso da una moto

  • Bambina bresciana sparisce in spiaggia, incubo per mamma e papà

Torna su
BresciaToday è in caricamento