Mamma e bimba morte prima del parto: medici accusati di omicidio colposo

Non avrebbero fatto nulla per salvarla: così gli inquirenti a conclusione delle indagini preliminari sulla morte di Giovanna Lazzari al Civile di Brescia. I nomi dei due medici indagati

Emilia Buccheri e Federico Prefumo: sono questi i nomi dei due medici del reparto di Ginecologia del Civile di Brescia iscritti nel registro degli indagati per la morte di Giovanna Lazzari, la giovane mamma di Rezzato che perse la vita in ospedale il 31 dicembre scorso, a poche ore dalla bimba che portava in grembo, la piccola Camilla, all'ottavo mese di gestazione.

Una storia che ha scatenato l'indignazione ma anche e soprattutto le indagini: perfino il Ministero della Salute si mosse con una “task force” per verificare eventuali responsabilità. E a vari mesi dalla tragedia, qualche presunta responsabilità potrebbe essere stata accertata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutti e due i medici sono infatti accusati di omicidio colposo e interruzione colposa di gravidanza, a conclusione delle indagini preliminari: sono durate più di nove mesi. Nel dettaglio, i capi d'accusa vengono così ricostruiti:

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nella notte, gravissimi tre ragazzi: uno è stato sbalzato fuori dall'abitacolo

  • Lombardia, la nuova ordinanza: via la mascherina all'aperto

  • Tetti distrutti, auto schiacciate dagli alberi: i 20 minuti d'inferno della tempesta

  • Ubriaco al volante dell'auto, scappa dalla polizia ma finisce la benzina

  • Coronavirus, nuova allerta: ragazzo positivo al grest, tamponi e isolamento per tutti

  • Coronavirus, firmato il nuovo Dpcm: tutte le novità fino al 31 luglio

Torna su
BresciaToday è in caricamento