Imprenditore scomparso: “Dalla ditta non è mai uscito, lì dentro è successo qualcosa”

Giallo di Marcheno: a mesi dalla scomparsa di Mario Bozzoli, parla il comandante provinciale dei Carabinieri Giuseppe Spina

Le forze dell’ordine nella fonderia Bozzoli © Bresciatoday.it

BRESCIA. Un giallo destinato a non avere risposte, almeno per ora. Sulla scomparsa di Mario Bozzoli si è scritto e vociferato molto, ma la soluzione del caso sembra essere ancora molto lontana.

Le bocche degli inquirenti sono cucite da mesi, da quando, lo scorso 19 dicembre, i nipoti dell'imprenditore scomparso, Alex e Giacomo Bozzoli, gli operai Oscar Maggi e Akwasi Aboagye sono stati iscritti nel registro indagati per concorso in omicidio volontario e distruzione di cadavere.

La sera della sparizione di Mario Bozzoli si trovavano in azienda e con loro c'era anche Giuseppe Ghirardini, trovato cadavere nei giorni successivi nei monti sopra Ponte di Legno. I due operai sono stati ascoltati dagli inquirenti, nulla è invece trapelato circa gli interrogatori eventualmente sostenuti dai nipoti.

Tra tanti interrogativi, disparate supposizioni e variegate teorie sembra esserci una sola certezza e, a ribadirla, è il comandante provinciale dei Carabinieri Giuseppe Spina: “Mario Bozzoli non è mai uscito dalla fonderia. La sera in cui è scomparso all'interno dell'azienda c'erano altre  persone, di cui una, Giuseppe Ghirardini, è stata trovata morta in seguito.  E' ovvio che sia successo qualcosa all'interno dell'azienda: proprio la sera dell'8 ottobre, Ghirardini era l'addetto al forno più grande  e ha fatto parecchie ore di straordinario. Ma queste sono le uniche certezze che abbiano, sulla base delle quali si sono svolte e si stanno svolgendo indagini serie e quattro persone sono state iscritte nel registro degli indagati. Il nostro lavoro, condotto in sinergia con la procura, non si ferma qui”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per ora anche il lavoro svolto dall'anatomopatologa Cristina Cattaneo, al di là dei presunti scoop, pare non avere dato frutti: l'esperta non avrebbe trovato tracce del corpo dell'imprenditore nei forni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Terribile schianto frontale, auto distrutte e 3 feriti: uno è grave al Civile

  • Brescia: tutte le attività commerciali aperte e che fanno consegna a domicilio

  • Terribile incidente: ciclista sbanda e muore schiacciato da un camion

  • Si butta dalla finestra di casa, giovane uomo muore suicida

Torna su
BresciaToday è in caricamento