Droga e armi, rissa durante un funerale: regolamento di conti tra bande mafiose

Si è concluso con due condanne e tre assoluzioni il processo propedeutico all'operazione "Eiye 2", che aveva portato all'arresto di cinque persone legate alla mafia locale nigeriana

Undici indagati, cinque arrestati ma solo due condannati: si chiude così (almeno per ora) la vicenda legata al gruppo Eiye, la mafia nigeriana attiva anche nel Bresciano, e soprattutto in città. Una storia che comincia da lontano: in origine Eiye era una confraternita studentesca, poi trapiantata in Italia e in Spagna ma per gestire armi, droga e prostituzione.

La prima serie di arresti a Brescia risale al 2007, la prima volta che la Questura riuscì a scalfire quella che era stata definita la “cupola nigeriana”. Pochi anni più tardi, la seconda grande operazione (denominata “Eiye 2”), che ha portato infine agli undici indagati. E adesso condanne e assoluzioni.

I due condannati sono accusati di associazione a delinquere di stampo mafioso: per loro cinque anni di carcere. Questi i nomi: Charles Igiebor, 37 anni e conosciuto anche come “Charlie Bergamo”, e Kennedy Agahowa, che di anni ne ha 47 e nel settore era chiamato semplicemente “Ken”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    A strapiombo sul lago: la ciclabile più bella del mondo è realtà

  • Cronaca

    Patentato da una settimana, al controllo risulta positivo alla cocaina

  • Cronaca

    Barca sbatte contro il pontile, feriti i due passeggeri

  • Cronaca

    Tagliola posizionata nell'erba di un parco pubblico

I più letti della settimana

  • Terribile incidente: muore a 20 anni carbonizzato in galleria

  • Scontro tra auto, bimba ricoverata in prognosi riservata

  • Giovane madre va in camporella col prete, finisce a botte col marito

  • Tragedia al comando della Locale: agente si toglie la vita con un colpo di pistola

  • Ragazzo muore nel sonno a 18 anni: "Non ci sono parole per il nostro dolore"

  • Giovane turista stuprata in un parcheggio: si cercano i responsabili

Torna su
BresciaToday è in caricamento