Indagine dell'Asl, i ragazzi della zona Est hanno più problemi respiratori

Secondo i dati raccolti dal Servizio epidemiologico dell'Asl di Brescia attraverso 6008 questionari compilati dai genitori, i bambini della circosrizione Est accusano il 30% di problemi respiratori in più rispetto ai coetani

Secondo un'indagine del Servizio epidemiologico dell'Asl di Brescia, i bambini che vivono nel territorio della Circoscrizione Est (ovvero a San Polo, Sant'Eufemia e Caionvico) hanno molto più malattie respiratorie rispetto agli altri bambini di Brescia.

Nello specifico, i bambini e i ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado (elementari e medie) hanno una percentuale di rischio di sviluppare malattie all'apparato respiratorio superiore del 30% rispetto ai loro coetanei cittadini.

La ricerca è confermata anche dai dati sui ricoveri all'ospedale, in quella zona molto più frequenti. L'indagine, risultato dei 6008 questionari compilati dai genitori degli alunni, conferma la problematicità della zona, con livelli di inquinamento dell'aria e del suolo tra i più critici d'Italia.

Potrebbe interessarti

  • Cosa possono bere (e cosa no) i bambini nell’età della crescita

  • Come smettere di fumare

  • Sudorazione eccessiva? Ecco cos'è l'iperidrosi

  • Caffè, brioche e dolci sorprese: i bar di Brescia dove la colazione è un'arte

I più letti della settimana

  • Ubriaca fradicia di primo mattino, ragazza soccorsa da un'ambulanza

  • Offlaga: parte un colpo di fucile, morto il 19enne Riccardo Moretti

  • "Era drammatico: Nadia sapeva che sarebbe morta, ma non perdeva il sorriso"

  • Blitz della Locale dal parrucchiere, scattano i sigilli

  • Nadia Toffa, è il giorno dell'addio: attese centinaia di persone da tutta Italia

  • Maltempo, non è finita. L'allerta della Protezione Civile: "In arrivo vento e forti temporali"

Torna su
BresciaToday è in caricamento