Notte di terrore: ladro in casa, gioielliere aggredito a coltellate

L’uomo era sul divano di casa, quando il malvivente ha fatto irruzione: si sarebbe svegliato proprio a causa delle botte ricevute. Ora è ricoverato alla Poliambulanza

Carabinieri sul luogo dell'aggressione © Bresciatoday.it

Notte di terrore, quella tra mercoledì e giovedì, in una casa di via Cremona, in città. Un malvivente ha fatto irruzione nell’appartamento al secondo piano di una villetta e, sorpreso dalla presenza del proprietario, lo ha prima colpito con alcuni oggetti, poi con tre coltellate.

Gioiellere aggredito mentre dormiva sul divano

Giuseppe Gatta, 64enne bresciano che fino a un anno fa ha gestito l’omonima gioielleria di corso Cavour, dormiva in salotto davanti alla televisione accesa, quando il ladro - pare fosse solo uno - ha fatto irruzione nella sua abitazione. Il malvivente si sarebbe arrampicato fino a raggiungere la terrazza sul retro dell'abitazione, poi avrebbe forzato una finestra per entrare.

Il gioielliere sarebbe stato svegliato di soprassalto, proprio dai colpi inferti dall’intruso e avrebbe disperatamente cercato di difendersi. Tra i due sarebbe nata una colluttazione - ma la dinamica dell’accaduto è ancora al vaglio dei carabinieri di Brescia -  e il 64enne ha avuto la peggio: è stato accoltellato al volto, al petto e alle braccia.

Picchiato e accoltellato

Le grida e il trambusto hanno svegliato la moglie Lucrezia, che riposava in camera da letto, e pure il figlio Nicolò che vive al primo piano dello stabile. Attimi concitati: il ladro è fuggito a gambe levate (e a mani vuote), sempre dalla finestra, mentre il 64enne è corso giù dalle scale, forse proprio per rincorrere il malvivente, accasciandosi sul cancello di casa dove è poi stato soccorso dal figlio e da alcuni passanti.

Scattato l’allarme, poco dopo la mezzanotte, sul posto sono arrivati i carabinieri e le ambulanze: il 64enne è stato trasferito d’urgenza alla Poliambulanza. Una delle coltellate inferte dal ladro gli ha causato la lacerazione della pleura, ma per fortuna non è in pericolo di vita. 

Le indagini

Indagini in corso per identificare il malvivente, ma non si esclude che avesse un complice: la Scientifica sta passando al setaccio l'appartamento in cerca di tracce e impronte, mentre gli inquirenti stanno vagliando le immagini delle telecamere di sorveglianza degli esercizi pubblici della zona. Il sospetto è che il colpo fosse studiato da tempo: il ladro sapeva bene come entrare e come muoversi all'interno dell'abitazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una famiglia distrutta dal Coronavirus: in 20 giorni sono morti tre fratelli

  • Ingerisce una batteria e rimane soffocata: morta bimba di tre anni

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 2 aprile 2020

  • "Nella mia Brescia tragedia di proporzioni devastanti: i nonni non ci sono più"

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 4 aprile 2020

  • Coronavirus in provincia di Brescia: morti e contagi Comune per Comune | 3 aprile 2020

Torna su
BresciaToday è in caricamento