Escono dalla casa con la refurtiva, gli agenti della Polizia le stanno aspettando

Agendo con grande tempestività, una volante della Polizia ha raggiunto l'abitazione di un cittadino che aveva appena lanciato l'allarme

Si è rinchiuso in camera da letto per non incontrare le ladre che gli stavano svaligiando l'appartamento, ma per la sfortuna di queste ultime aveva con sé il telefono cellulare. Due malviventi sono state arrestate - e già giudicate - per essere state colte in flagrante dopo un furto in abitazione. 

L'episodio si è verificato in un appartamento cittadino. Un cittadino, accortosi che le due donne si stavano introducendo nella sua abitazione, si è chiuso in camera ed ha lanciato l'allarme al 112, rimanendo poi in collegamento costante con la centrale. Una volante della Polizia è giunta sul posto proprio mentre le due ladre stavano uscendo. 

Addosso, le due malviventi avevano gli arnesi da scasso e, nello zaino, la refurtiva. Portate in caserma, gli agenti hanno scoperto i loro precedenti per lo stesso reato. Processate in direttissima l'arresto è stato convalidato: due anni di reclusione la pena, oltre a una multa da 500 euro ciascuna. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Devi far sesso con me, ma voglio i soldi": si rifiuta, lei lo butta giù dalla finestra

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

  • Coronavirus in Lombardia: 100 persone a rischio, 70 vanno in quarantena

Torna su
BresciaToday è in caricamento