Forconi spaccati sulla "marcia su Roma": e c’è chi sceglie la Messa

Ripercussioni 'locali' della spaccatura 'nazionale' del Movimento 9 Dicembre: a Brescia una doppia scuola di pensiero che comunque si dichiara autonoma rispetto alle decisioni prese altrove

Seppure un po’ ‘azzoppata’ anche a Brescia resiste la protesta dei Forconi, o meglio del Movimento 9 Dicembre, con un presidio permanente ‘ancorato’ in Via Orzinuovi che a rotazione ospita almeno un centinaio di persone nell’arco di una giornata intera.

I manifestanti oggi proseguiranno poi con il volantinaggio all’uscita della sede di Equitalia, dopo la ‘marcetta’ andata in scena un paio di giorni fa, e si faranno trovare anche all’ingresso dell’ospedale Civile, in concomitanza con la protesta pro-Stamina.

La spaccatura ‘nazionale’ ha però ripercussioni anche nel locale: esclusa la partecipazione alla manifestazione romana di domani, i due leader ‘cittadini’ hanno dunque espresso opinioni differenti.

Se Renzo Erbisti infatti, membro del sindacato autonomo degli autotrasportatori, ha annunciato un punto di non ritorno sulla questione del 9 Dicembre, dichiarando che a Roma si andrà, ma solo per la Santa Messa di domenica, il suo ‘delfino’ Andrea Boscolo ha preso altrettanto le distanze, annunciando che una delegazione bresciana si sposterà nella Capitale con un pullman.

Anche qui dinamiche confuse sullo ‘sfocio politico’ del movimento (quasi) spontaneo che da poco più di una settimana ha ‘diffuso’ piccoli presidi in tutta la penisola: il fronte aperto riguarda la possibilità di una “deriva elettorale”, con eventuale nascita di un movimento in vista delle prossime elezioni, e dall’altra parte invece la “scelta netta di restarne fuori, come liberi cittadini”.

A Desenzano intanto un paio di giorni fa il collettivo Lotta Studentesca, direttamente legato a movimenti di estrema destra, ha portato in piazza circa un centinaio di studenti, dichiarandosi però momentaneamente “apartitici e apolitici”. Come la moda più recente prevede.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

Torna su
BresciaToday è in caricamento