L'agenda rossa dei festini hard: sfruttavano donne in crisi, arrestati marito e moglie

Entrambi circa 50enni, facevano gli impiegati: sono loro gli insospettabili organizzatori di una vasta gamma di festini hard in tutto il Nord Italia

Marito e moglie si facevano chiamare “M.&M.”: pare fossero in grado di organizzare almeno quattro festini al mese, sparsi in varie città del Nord-Est, e quindi Brescia, Verona, Padova e Vicenza. Si dividevano in due sessioni, una pomeridiana e una serale, così da poter accogliere il maggior numero di clienti.

Un paio di pomeriggi fa a Brescia il blitz dei carabinieri: i coniugi sono stati arrestati con l'accusa di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Nell'appartamento di Brescia Due, dove sono stati trovati ben sei clienti in “azione” e due donne ad accoglierli, sono stati sequestrati più di 2000 euro in contanti nonché l'agenda utilizzata dalla coppia per annotare i dati dei clienti.

Un libretto che scotta: all'interno nomi e numeri di telefono, insomma un vero portafoglio clienti che ovviamente verrà vagliato con attenzione dagli inquirenti. Nella loro casa di proprietà, non lontano comunque dall'appartamento di Brescia Due, sono stati recuperati (e sequestrati) più di 20mila euro (e pure 1000 dollari) in contanti, computer e materiale informatico. Il loro arresto è stato convalidato dall'autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Ragazza trovata morta al parco: s'indaga per omicidio

Torna su
BresciaToday è in caricamento