Chiede il Viagra, poi estrae la pistola e fugge con l’incasso della farmacia: inseguito dal direttore, preso dai poliziotti

Bloccato dal direttore della farmacia, mentre scappava a piedi, il rapinatore lo ha aggredito con lo spray urticante. La sua fuga è durata pochissimo

Prima la rapina, poi l’inseguimento e infine l’arresto. Nessuno si è fatto male, ma è stato davvero un pomeriggio di paura per il direttore e i dipendenti della farmacia comunale di piazzale Cesare Battisti, in città. Tutto è cominciato con la richiesta di una confezione di Viagra avanzata da quello che si presumeva essere un cliente. Peccato che l’uomo, alla richiesta di esibire la ricetta per il medicinale, abbia risposto estraendo una pistola e mostrando una bomboletta di spray urticante.

Dopo aver minacciato commesse e direttore, ha preteso che venisse aperta la cassa: arraffato il contenuto, circa 900 euro, l’uomo si è dileguato a piedi. Pensava di averla fatta franca, ma non aveva fatto i conti con il coraggio e la reazione istintiva del farmacista, che lo inseguito e poi bloccato in via Apollonio. Una breve colluttazione, poi l’intervento dei passanti. Il rapinatore è riuscito a ritagliarsi una via di fuga, aggredendo il direttore e le persone intervenute in suo aiuto con lo spray urticante.

Non ha fatto molta strada: è stato fermato e arrestato dagli agenti del commissariato Carmine, allertati dell’accaduto e giunti in zona tempestivamente. Le sorprese non sono ancora finite: una volta identificato, si è scoperto che il rapinatore aveva ben 75 anni e diversi precedenti alle spalle.

Tutto è bene ciò che finisce bene. Durante la perquisizione personale, è stata ritrovata la pistola -  risultata poi essere giocattolo – e l’intera somma di denaro, che è stata restituita al titolare della  Farmacia. Per il 75enne sono ovviamente scattate le manette. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Coronavirus, contagiati altri due bresciani: primo caso sospetto in città

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

  • Incidente a Pozzolengo: neonato di Lonato muore in ospedale

Torna su
BresciaToday è in caricamento