Via Cimabue: arrestato 64enne per violazione dei domiciliari

Effettutando un controllo al circolo ACLI S. POLO di via Cimabue n. 271, i carbanieri hanno trovato E.P. seduto ad un tavolino. Responsabile due volte nel giro di un giorno del reato di evasione, gli agenti hanno deciso di arrestare l'uomo

Domenica pomeriggio, intorno lle ore 19.20 una Volante dei carabinieri è intervenuta in via Cimabue per una lite in strada tra due uomini. Arrivati sul posto, E.P., del 1947, ha raccontato agli agenti di una lite con un suo amico, attualmente ospite a casa sua e che lui voleva, invece, trovasse altro alloggio visti i dissapori. 

Dopo aver sentito la controparte, che confermava la versione dell’amico, tramite i terminali hanno constatato che entrambi erano pregiudicati e che E.P. era sotto arresti domiciliari; pertanto, essendo stato trovato in strada, in piena violazione della restrizioni.

Insospettiti dalla condotta di E.P., i carabinieri si sono allontanati dal luogo per poi tornarvi alle 21.20 per verificare se il reo fosse solito allontanarsi da casa. Effettutando un controllo al circolo ACLI S. POLO di via Cimabue n. 271, hanno trovato E.P. seduto ad un tavolino intento a bere vino. Essendosi reso responsabile due volte nel giro di pochi minuti del reato di evasione, gli agenti hanno così deciso di arrestare l'uomo.
 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Serpente di un metro e mezzo in classe: panico tra i bimbi della scuola elementare

  • Parcheggia l'auto, poi cammina in mezzo all'autostrada: ucciso da un tir

  • Fabio Volo nella bufera per i commenti su Ariana Grande: la sua replica

  • Attraversa l'autostrada, ucciso da un tir: famiglia devastata, era padre di due bimbi

  • Aperitivi e cocaina: arrestato barista, chiuso il locale

  • Orrore davanti a turisti e passanti: donna si mozza un dito al porto

Torna su
BresciaToday è in caricamento