Cromo nella falda, condannati i due figli del titolare della Inselvini

Sette mesi dopo il patteggiamento di Giovanni Inselvini, titolare della ditta di via Padova, sono stati condannati a un anno e due mesi i figli Ottaviano e Alberto dal giudice dell'udienza preliminare Luciano Ambrosoli

Dopo sette mesi dal patteggiamento di Giovanni Inselvini, titolare della Baratti e Inselvini di via Padova,  arriva la condanna del giudice per l'udienza preliminare Luciano Ambroso a un anno e due mesi per i figli Ottaviano e Alberto.

Come per il padre, l'accusa è disastro colposo e violazione delle norme a tutela dell'ambiente. La condanna dei due amministratori della ditta specializzata in galvanica e cromatura, li obbligherà anche a risarcire le parti civili, Comune di Brescia, A2A e ad alcuni residenti del quartiere: l’ammontare sarà stabilito in giudizio civile.
La sentenza arriva a tre anni dalla scoperta della devastazione della falda acquifera nella zona sud di Brescia, dove si trovano i capannoni dello stabilimento.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vomita sangue in classe, muore dopo essere stato dimesso: 5 medici a processo

  • Serpente di un metro e mezzo in classe: panico tra i bimbi della scuola elementare

  • Fabio Volo nella bufera per i commenti su Ariana Grande: la sua replica

  • Parcheggia l'auto, poi cammina in mezzo all'autostrada: ucciso da un tir

  • Attraversa l'autostrada, ucciso da un tir: famiglia devastata, era padre di due bimbi

  • Aperitivi e cocaina: arrestato barista, chiuso il locale

Torna su
BresciaToday è in caricamento