Cromo nella falda, condannati i due figli del titolare della Inselvini

Sette mesi dopo il patteggiamento di Giovanni Inselvini, titolare della ditta di via Padova, sono stati condannati a un anno e due mesi i figli Ottaviano e Alberto dal giudice dell'udienza preliminare Luciano Ambrosoli

Dopo sette mesi dal patteggiamento di Giovanni Inselvini, titolare della Baratti e Inselvini di via Padova,  arriva la condanna del giudice per l'udienza preliminare Luciano Ambroso a un anno e due mesi per i figli Ottaviano e Alberto.

Come per il padre, l'accusa è disastro colposo e violazione delle norme a tutela dell'ambiente. La condanna dei due amministratori della ditta specializzata in galvanica e cromatura, li obbligherà anche a risarcire le parti civili, Comune di Brescia, A2A e ad alcuni residenti del quartiere: l’ammontare sarà stabilito in giudizio civile.
La sentenza arriva a tre anni dalla scoperta della devastazione della falda acquifera nella zona sud di Brescia, dove si trovano i capannoni dello stabilimento.
 

Potrebbe interessarti

  • Fascicolo Sanitario Elettronico: come consultare i referti online

  • Coffin Nails: le unghie a ballerina, la moda del momento

  • Le migliori gelaterie di Brescia

  • Ats Brescia: Commissione medica per le patenti di guida

I più letti della settimana

  • Neopatentato tampona con l'auto una moto, biker muore sul colpo

  • L’auto sbanda e si schianta: giovane barista muore sul colpo

  • Trovato agonizzante e in arresto cardiaco, ragazzo gravissimo

  • Malore mentre prende il sole, è in gravi condizioni: paura al parco acquatico

  • La donna trovata morta adesso ha un'identità: è una 37enne italiana

  • Donna muore travolta da un treno, probabile gesto estremo

Torna su
BresciaToday è in caricamento