Via Dalmazia: il "boom" delle aste giudiziarie, tra disperati e affaristi

Pignoramenti e sequestri, oggetti e cimeli, automobili e case: tutto quanto si può rivendere va all'asta, ogni sabato pomeriggio. Un viaggio tra disperazione e affari, tra furbi e meno furbi: in via Dalmazia a Brescia, le aste giudiziarie

All’ingresso un acronimo che pare incomprensibile. Lungo Via Dalmazia, l’istituto di vendita delle aste giudiziarie, come un monito cittadino, per ricordare a tutti che ogni errore può costare caro, e che la crisi è davvero dietro l’angolo.

L’asta vera e propria va in scena tutti i sabati, dalle ore 16. In vendita si trova di tutto, dai telefonini ai personal computer, dai divani al mobilio, dalle automobili alle case. Negli ultimi mesi, un'escalation inarrestabile. Sulle case, tuttavia, c’è chi suggerisce di pensarci due volte prima di fare un’offerta, onde evitare che un losco energumeno si avvicini troppo.

Ovvio che c’è anche chi ci guadagna: quelli che cercano l’affare, la grande occasione, quelli a cui il contante non manca mai, e con la crisi agli zeri hanno aggiunto altri zeri. Sempre in fondo, e mai davanti.

Come non manca invece la disperazione, di chi ha perso tutto o quasi. Non sembra ma anche un piccolo cimelio può valere tanto, tantissimo, e vederlo che ‘scappa via’ battuto all’asta, magari per una cifra irrisoria, di certo il morale non aiuta.

Ma qualcuno ce la fa, a riprendersi “le cose sue”. Anche con la crisi, anche in Via Dalmazia.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Ondata di caldo, bollino rosso per Brescia. Il Ministero: “Situazione di emergenza”

    • Cronaca

      Finte trasferte per non pagare tasse, nei guai imprenditore bresciano

    • Cronaca

      “Odio il seno rifatto!”, operaio insulta una prostituta e la riempie di botte

    • WeekEnd

      Eventi: cosa fare a Brescia e provincia dal 23 al 26 giugno 2017

    I più letti della settimana

    • Coltello alla gola, costretta a una fellatio: riconosciuto e condannato dopo 14 anni

    • Morto annegato ingegnere bresciano: stava nuotando col figlioletto

    • Investe e uccide il suo aggressore: si erano conosciuti a causa di una rissa

    • Villongo: minacciata da un uomo armato, 44enne lo investe e lo uccide con l’auto

    • Investito e ucciso, le rivelazioni shock dei fratelli: “Molto più di un’amicizia”

    • Autista aggredito da un passeggero senza biglietto, il bus ferma in caserma

    Torna su
    BresciaToday è in caricamento