Un'app sul cellulare fa arrestare lo spacciatore

Un cittadino ha utilizzato l'applicazione della Polizia di Stato per denunciare in presa diretta un'azione di spaccio al parco

Contribuire concretamente a rendere più sicura la propria città, grazie ad una semplice app dello smartphone. Forse non tutti sanno che ormai da qualche mese la Polizia di Stato ha messo a disposizione un servizio per fare tutto ciò. È proprio grazie a questo che nei giorni scorsi uno spacciatore è stato assicurato alla giustizia. 

Vendita e acquisto di marijuana, tutto è stato un affare tra immigrati clandestini. Nella giornata di giovedì i due, un nigeriano classe 1993 (arrestato a causa dei suoi precedenti, poi scarcerato con divieto di dimora a Brescia) e un moldavo (segnalato come consumatore), giunto sul posto a bordo di una bicicletta, sono stati colti sul fatto al Parco Gallo di Brescia Due. A mettere gli agenti sulle tracce dei due è stato un cittadino, testimone oculare dello spaccio, che ha prontamente utilizzato l'app YouPol. 

«L'applicazione - si legge dall'app store - permette all'utente di interagire con la Polizia di Stato inviando segnalazioni (immagini o testo) relative a episodi di bullismo e di spaccio di sostanze stupefacenti. Immagini e testo vengono trasmesse all'ufficio di Polizia e sono geolocalizzate consentendo di conoscere in tempo reale il luogo degli eventi. E' possibile anche l' invio e la trasmissione in un momento successivo con l'inserimento dell'indirizzo del luogo in cui si è verificato l'evento. L'applicazione è stata realizzata per prevenire le fenomenologie del bullismo e dello spaccio delle sostanze stupefacenti». Gratuita, è disponibile sia per iOs che per Android. Scaricatela. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • All'ospedale Civile una paziente col Coronavirus, controlli su 5 bresciani

  • Emergenza Coronavirus: 4 casi positivi al Civile, c'è il primo bresciano

  • "Non so come l'ho preso": parla la ginecologa positiva al coronavirus

  • Secondo caso bresciano di Coronavirus: è una ginecologa di 36 anni

  • Emergenza coronavirus: scuole chiuse in tutta la Lombardia

  • Coronavirus, Lombardia 'blindata": scuole chiuse, bar e locali off limits dalle 18

Torna su
BresciaToday è in caricamento