Via Brocchi: arrivato il primo carico di amianto alla discarica Profacta

Ieri è stato posato il primo carico di amianto alla diascarica Profacta di San Polo. 5 Stelle: "Paroli anteponga la salute dei cittadini al lucro privato"

Solo pochi giorni fa, durante l’assemblea pubblica “Brescia come Taranto?”, i relatori dott. Sesana, direttore dell’ARPA e dott. Panizza di Medicina Democratica avevano presentato i dati sull’inquinamento di S. Polo e sulle gravi conseguenze per la salute pubblica della zona, con particolari ripercussioni sui bambini.

Ieri, presso la discarica PROFACTA di via Brocchi, è arrivato il primo carico di amianto (foto a lato).

"Chiediamo che il Sindaco eserciti il suo ruolo di principale autorità sanitaria del Comune e rispetti la Costituzione (art.41) nell’anteporre la salute dei cittadini al lucro privato".

Così il Movimento 5 Stelle cittadino, secondo il quale ci sarebbero grosse irregolarità su quanto sta avvenendo in via Brocchi: "Il fondo della discarica avrebbe dovuto essere alzato di 5 cm e l'ARPA avrebbe dovuto controllare l’avvenuto innalzamento, ma questo non è avvenuto. Inoltre, l’eternit imballato, una volta posizionato nella buca, dovrebbe essere ricoperto di un consistente strato di terra, mentre ora è esposto alle intemperie, con potenziale grave danno all’ambiente".

A fine maggio, dopo 27 giorni di sciopero della fame dei cittadini, il Comune aveva  promesso che avrebbe chiesto all’imprenditore di fermare i lavori almeno fino alla sentenza del Consiglio di Stato e di intervenire presso la Regione per una verifica sull’iter autorizzativo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: "Una Regione ad alto rischio il 3 giugno non può riaprire"

  • Coronavirus, riapre il centro commerciale Elnòs: coda mostruosa per entrare

  • Coronavirus: riaprono i bar, ragazzo subito collassa per il troppo alcol

  • Coronavirus: in Lombardia 293 nuovi contagi, a Brescia altre 8 croci

  • Coronavirus: assalto per la movida, Del Bono costretto a chiudere Piazzale Arnaldo

  • Dramma in paese, ragazzo muore a 29 anni: "Il Signore dia conforto ai tuoi genitori"

Torna su
BresciaToday è in caricamento