Picchiano la figlia col ramo di un albero: voleva fare la modella

La ragazza, diciottenne, ha denunciato i suoi genitori, cittadini albanesi residenti nel gardesano. Il 26 gennaio prossimo, il Tribunale di Brescia deciderà sul rinvio a giudizio della coppia

Due coniugi albanesi residenti nel gardesano sono stati denunciati dalla figlia per maltrattamenti e lesioni. La figlia della coppia, una 18enne, ha raccontato di essere stata picchiata con il ramo di un albero e di essere stata vittima di altre violenze fisiche e psicologiche. Pare che il padre le ripetesse "spero tu muoia, sei una rovina".

A innescare le presunte violenze il desiderio della ragazza di diventare una modella. I fatti risalgono al novembre del 2010. La Procura dei minori aveva disposto l'allontanamento dalla famiglia della 18enne, ma non dei due fratelli. Visitata all'ospedale di Desenzano, riferiscono i carabinieri, la ragazza aveva riportato una prognosi di 5 giorni. Sarà il Tribunale di Brescia, il 26 gennaio prossimo, a decretare o meno il rinvio a giudizio della coppia.

(ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Ex birreria distrutta dalle fiamme: l'ipotesi di un incendio doloso

Torna su
BresciaToday è in caricamento